Rifiuti: è guerra tra Regione Lazio e comune di Roma

La Regione Lazio attacca il comune di Roma sulla questione inerente i rifiuti. L’assessore ai Rapporti con il Consiglio, Ambiente e Rifiuti della Regione Lazio, Mauro Buschini, ha parlato chiaro. Roma deve adottare misure adeguate per risolvere la questione. Secondo Buschini, nella capitale esiste un problema specifico che non si manifesta in nessun altro comune della regione.

Roma esempio negativo

Va giù duro Mauro Buschini sulla questione rifiuti a Roma capitale: “Il Lazio ha 378 comuni molti dei quali peraltro impegnati ad accettare, trattare e smaltire i rifiuti di Roma Capitale. Soltanto a Roma vi è una situazione che manifesta gravissime criticità che non si registrano in nessun altro territorio della nostra Regione. È evidente che nel territorio capitolino esista un problema specifico”.
E’ un attacco durissimo all’amministrazione Raggi e al modo in cui la giunta sta gestendo la questione rifiuti.
Buschini chiede misure urgenti per risolvere una situazione di assoluta crisi.

La replica del comune

La replica di Virginia Raggi è arrivata via twitter: “Sui rifiuti il Lazio è sottodimensionato, lo dice il Governo. Zingaretti ne prenda atto e lavori: impiantistica è sua competenza”. 
Ad appoggiare indirettamente la Raggi, era stato un post su Facebook dell’assessore all’ambiente,  Pinuccia Montanari che aveva spiegato come fosse bene “ricordare a tutti i cittadini romani che non c’è assolutamente emergenza rifiuti.”
L’assessore aveva, inoltre, promesso che di risolvere in pochi giorni la situazione di criticità.
Anche Matteo Orfini, presidente PD, ha voluto dire la sua sulla questione, usando l’arma del sarcasmo.
In primo luogo è bene ricordare a tutti i cittadini romani che non c’è assolutamente emergenza rifiuti. Roma è la stessa che non ha mai visto un topo. Quindi, cari cittadini romani, quelli che vedete uscendo di casa non sono cumuli di rifiuti. Sono istallazioni di arte contemporanea”.
Lo scontro Pd-M5S pare essere solo agli inizi.

VAI