rischio occhio secco

Rischio occhio secco a causa della scuola a distanza

intopic.it feedelissimo.com    
 

Rischio occhio secco a causa della scuola a distanza. Stare davanti al computer piuttosto che dentro un’aula scolastica, può ampliare altri problemi

L’emergenza Codiv-19 ha infatti portato la maggior parte dei ragazzi a trasferire la scuola a casa, questo, a parere degli esperti, aumenta il rischio occhio secco.

In tal senso, gli esperti internazionali della società scientifica statunitense Tfos (Tear Film & Ocular Surface Society), hanno deciso di realizzare un breve video ai più giovani e ai loro genitori in quarantena, per insegnare loro a fare piccole pause dagli schermi.

Si tratta cioè della regola 20-20-20: ogni 20 minuti di visione da vicino bisogna fissare un punto lontano 20 piedi (poco più di 6 metri) per almeno 20 secondi.

Ogni 20 minuti, poi, vanno chiuse le palpebre e strizzate leggermente per 2 secondi facendo poi un ammiccamento.

Stefano Barabino, responsabile del Centro superficie oculare e occhio secco dell’ospedale Sacco di Milano, infatti spiega:

L’esposizione prolungata a schermi digitali determina una più rapida evaporazione del film lacrimale, quel sottile strato di liquido che riveste la superficie oculare.

Gli occhi sono strizzati meno di frequente e questo rallenta la diffusione del film lacrimale sulla superficie dell’occhio; le conseguenze quindi vanno dall’affaticamento al bruciore, dall’irritazione al dolore.

Dunque stare troppo davanti al pc aumenta il rischio di una simile patologia: di cosa si tratta nel dettaglio?

E’ dunque un fenomeno che comporta la disidratazione cronica della congiuntiva e della cornea, che ne provoca l’irritazione.

Se parliamo, nel dettaglio, i sintomi più comuni dovuti alla sindrome da occhio secco sono prurito, bruciore, irritazione e fastidio alla luce (fotofobia).

Inoltre, possono manifestarsi una sensazione di corpo estraneo che tira e gratta all’interno dell’occhio; offuscamento della vista, difficoltà nell’apertura della palpebra al risveglio, dolore ed iperemia oculare (occhi rossi).

Infine, molti studi hanno dimostrato che la visione di fronte a schermi digitali determina una diminuzione del rateo di ammiccamento del 40%.

 

Articoli simili: Reagente per tamponi

 

 

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 

Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Avatar
Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.