Rolls-Royce ha svelato il suo taxi volante ibrido a Farnborough

intopic.it feedelissimo.com  
 

L’azienda leader a livello globale nella produzione di auto di lusso e motori Rolls-Royce ha svelato il suo progetto di taxi volante per il 2025: si tratta di un concept di veivolo presentato in occasione dell’International Airshow 2018 di Farnborough. Rolls-Royce punta a competere con la rivale Uber che ha annunciato l’arrivo dei primi taxi volanti VTOL (Vertical Take Off and Landing) nel 2020. Inoltre, lo storico gruppo britannico sarà un agguerrito concorrente di Airbus, il quale ha attivato una divisione specifica per questo tipo di veicoli. Grazie al design flessibile, le applicazioni del taxi volante Rolls-Royce spazieranno dal trasporto individuale a quello pubblico, passando per la logistica e includendo anche il settore militare. La casa automobilistica britannica Rolls-Royce ha rivelato i suoi ambiziosi obiettivi strategici: sviluppare un veicolo elettrico ibrido, soprannominato il “taxi volante“, che decolla e atterra in verticale.

Rolls-Royce ha svelato il concept di veivolo con decollo e atterraggio verticale a Farnborough

Il colosso aerospaziale quotato a Londra, con il suo quartier generale ubicato a Derby, nel cuore dell’Inghilterra, ha presentato per la prima volta il piano strategico al Farnborough Airshow: Rolls-Royce ha annunciato di voler produrre una versione prototipo del suo concept di veivolo con decollo e atterraggio verticale (EVTOL) nei prossimi 18 mesi, ma potrebbe “volare” già nel 2020. L’aereo Rolls-Royce EVTOL avrà la possibilità di contenere a bordo quattro o cinque persone, con un’autonomia di 500 miglia (805 chilometri) e una velocità massima di 200 miglia all’ora.

In questo mercato, vedrete volare qualcosa di simile entro i prossimi tre/cinque anni“, ha rivelato Rob Watson, capo della squadra elettrica di Rolls-Royce, “alla fine del prossimo anno faremo il possibile affinchè sia pronto per spiccare il volo“. Il veicolo ibrido, che finora è costato milioni di sterline, monterà un tradizionale motore a turbina a gas con un sistema elettrico. Rolls-Royce sta puntando all’elettrificazione: “l’EVTOL sarà un veicolo volante ibrido con una turbina alimentata a combustibile in grado di fornire energia a sei motori elettrici, appositamente progettati per avere un basso impatto sull’inquinamento acustico”, ha sottolineato Watson. Il powertrain elettrificato del concept nasce dall’esperienza di Roll-Royce nei sistemi di propulsione ibridi applicati a treni, navi e altri mezzi di trasporto particolarmente complessi. Si tratta di un veicolo estremamente flessibile, data la sua capacità di ruotare di 90 gradi le ali per consentire un decollo e un atterraggio verticale in aree ristrette. La flessibilità è assicurata anche durante il volo: “una volta raggiunta la velocità di crociera, i propulsori sulle ali si ripiegano all’interno per ridurre la penetrazione aerodinamica del veicolo, lasciando attivi i due posteriori”.

Il gruppo Rolls-Royce non è l’unico a puntare sul mercato ibrido, anche altre società stanno concentrando i loro investimenti su questo settore di “nicchia”: Uber, la società statunitense di taxi-taxi, il progetto Kitty Hawk sponsorizzato da Google, Lilium Aviation in Germania, Safran in Francia e Honeywell negli Stati Uniti. Come per il settore automobilistico, anche quello aerospaziale punta sulla propulsione elettrica “[…] stiamo introducendo un sistema di propulsione ibrida in questo mercato perché pensiamo che fornisca autonomia e potenza”, ha concluso Watson.

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Jacqueline Facconti

Redattore, Web Editor e Web Content Manager, collabora con varie testate e magazine professionali, cultrice di materie economiche, finanza, assicurazione, tecnologia e merceologia. Laurea magistrale in Strategia, Management & Controllo conseguita con votazione 110 e lode, Laurea in Economia Aziendale conseguita con 110 e Lode, Master in Comunicazione, Impresa, Assicurazione e Banca. Esperta in Quality e Human Resource Management, scrittrice professionista. Ha svolto la professione di Ricercatore e di Consulente assicurativo e finanziario.