Roma: Strootman sacrificato per arrivare ad un terzino?

Kevin Strootman potrebbe a breve lasciare la Roma. L’olandese è stato tra i più critici dopo il ko con l’Atalanta. Il suo rapporto con Di Francesco sembra ai minimi storici. Di fatto, l’ex Psv sembra il più sacrificabile della rosa per poter potenziare la squadra nel mercato di gennaio.

Strootman-Roma: passo d’addio?

Il rapporto tra Strootman e la Roma sembra essere agli sgoccioli. A spingere per la cessione dell’olandese ci sono poi anche motivi economici. Pallotta è stato chiaro: si potrà investire solo in caso di cessioni. Ecco, dunque, che l’olndese balza in testa ai partenti. Di Francesco vuole un terzino destro per poter spostare Florenzi nel ruolo di interno. Al tecnico serve un giocatore più dinamico che atacchi maggiormente gli spazi. Quello che Strootman non sta facendo. Del resto, l’allenatore abruzzese, fin dal suo arrivo a Trigoria, ha messo in dubbio il ruolo centrale che Kevin ricopriva nella Roma. Lo dicono i numeri: il centrocampista ha giocato appena 13 gare da titolare su 20, finensdo in panca in 5 occasioni. Spesso e volentieri gli è stato preferito Pellegrini. L’ex Sassuolo ha giocato 10 gare dall’inizio, la maggior parte delle quali al posto di Kevin.

Roma da ridisegnare

Di Francesco vuole ridisegnare la Roma secondo i suoi dettami tattici. Per questo motivo chiede un terzino destro in grado di fare la doppia fase. Originariamente, nei piani del tecnico, quel ruolo doveva essere ricoperto da Karsdorp. I problemi fisici dell’olandese, però, hanno costretto all’arretramento di Florenzi. Nell’idea che ha Eusebio, però, il ruolo ideale del numero 24 è quello di interno o di esterno d’attacco. L’arrico di un terzino e il sacrificio di Strootman permettererbbero due soluzioni all’allenatore. La prima vedrebbe Florenzi interno al posto di Strootman. La seconda esterno al posto di El Shaarawi con Pellegrini interno. In questo modo la squadra avrebbe più dinamismo nelle due fasi. A Strootman si rimprovera proprio questo: il poco apporto alla manovra offensiva. Per qusto il suo futuro è sempre più lontano dalla Roma.