Salvini chiede chiarezza sull'emergenza sanitaria

Salvini chiede chiarezza sull’emergenza sanitaria

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

MILANO – Salvini chiede chiarezza sull’emergenza sanitaria legata al coronavirus. Infatti il leader della Lega scrive quanto segue su Facebook:

“A nome di tantissimi italiani che mi stanno chiamando da Nord a Sud, sindaci, imprenditori, medici, lavoratori, genitori, volontari e altri ancora, ribadisco la volontà comune di rispettare ogni indicazione data per proteggere la salute nostra e di chi ci sta vicino, ma di una cosa c’è assoluto bisogno: chiarezza, chiarezza chiarezza! La chiediamo non per polemica, ma per aiutare milioni di italiani preoccupati: infatti ribadiamo che le donne e gli uomini della Lega, a partire dai presidenti di Regione e dai sindaci, sono in prima linea per offrire aiuto e collaborazione”.

Salvini chiede chiarezza sull’emergenza sanitaria

Matteo Salvini pone una serie di domande:

“Chi può fare cosa? Dove si può andare? Chi può lavorare? Cosa si può trasportare? Chi può aprire e chi deve chiudere? Chi può viaggiare? E i lavoratori pendolari? E chi vive sul confine? E i frontalieri con l’estero?”.

In realtà, al riguardo dei frontalieri si è espresso già ieri il ministro degli esteri Luigi Di Maio, dichiarando:

“Le limitazioni introdotte non vietano gli spostamenti per comprovati motivi di lavoro. Salvo che siano soggetti a quarantena o che siano risultati positivi al virus, i transfrontalieri potranno quindi entrare e uscire dai territori interessati per raggiungere il posto di lavoro e tornare a casa. Gli interessati potranno comprovare il motivo lavorativo dello spostamento con qualsiasi mezzo, inclusa una dichiarazione che potrà essere resa alle forze di polizia in caso di eventuali controlli”.

Salvini: “Il diritto alla vita viene prima di tutto”

Ma Salvini rincara la dose:

“E gli animali? E i prodotti agricoli? Quando rimborseranno aziende e negozi? Le fabbriche aprono o no? Le merci possono attraversare i “confini” interni? E l’Europa che fa? Il diritto alla Vita viene prima di tutto, senza però dimenticare che, quando grazie ai nostri straordinari medici, ricercatori, infermieri e operatori socio-sanitari il virus sarà sconfitto, il diritto al lavoro sarà fondamentale, perché per colpa di questa confusione e dell’immagine che si dà dell’Italia nel mondo, milioni di Italiani rischiano di non avere più pane da dare ai loro figli”.

Infine, in vista della riapertura di oggi dei mercati finanziari, Salvini chiede che siano vietate le operazioni di vendita “allo scoperto” anche con l’uso di strumenti derivati:

“In situazioni come queste a volte in pochissimi guadagnano cifre enormi a danno di tutti […] Non è tollerabile che qualcuno approfitti di un’emergenza nazionale speculando a danno dei risparmi degli Italiani. Confido che la Consob reprima ogni tipo di abuso con la massima severità”.

Autore dell'articolo: Elena De Lellis