Sardegna: acquistate le famose dune di Chia

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Le dune vendute

Una notizia particolare, una di quelle che per certi versi fa davvero piacere, e cambia le sorti di una zona strategica. Stiamo parlando di Chia, un paradiso unico nel suo genere, situato nella costa sud occidentale della Sardegna. Le dune di sabbia delle spiagge meravigliose di Chia, ora sono al sicuro. Le hanno acquistate gli ambientalisti del Gruppo d’Intervento giuridico. Non tutte, ma comunque una parte considerevole delle caratteristiche collinette di sabbia famose in tutto il mondo. Un vero e proprio marchio di fabbrica per il comune di Domusdemaria sito in provincia di Cagliari. Nelle mani degli ecologisti anche dei larghi pezzi di spiaggia per un totale di ben 4 ettari.

I dettagli della vendita

Il preliminare di vendita è stato siglato nello studio di un avvocato del capoluogo sardo. Il Grig ha comprato dune e arenile da un privato per una somma di circa 100mila euro. Adesso è prevista l’apertura di una sottoscrizione per coprire le spese. L’obiettivo dell’operazione è stato quello di evitare che quell’angolo di paradiso, proprio davanti all’isolotto nella zona di Su Giudeu finisse nelle mani di investitori stranieri. “Un regalo dal valore inestimabile, fatto ai nostri figli e ai nostri nipoti”. Queste le dichiarazioni rilasciate all’ANSA da Stefano Deliperi del Gruppo d’intervento giuridico. Il Gruppo inoltre ha vinto la concorrenza di alcuni investitori arabi. Con questo acquisto, un pó particolare, si é tutelato l’ambiente e l’identità di una zona della Sardegna. Recintarla per usi e scopi privati, avrebbe “ucciso” un simbolo di tutti, e non riservato a pochi “eletti”.

L’appello al popolo sardo

Chi le ha vendute le ha ricevute in eredità. Gli ambientalisti hanno versato, momentaneamente, una caparra, e definito il preliminare. Ora, però, per chiudere in maniera definitiva l’acquisizione delle dune di Chia, occorre l’aiuto di tutti i sardi.

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24