Spalletti parla dopo la sconfitta

Spalletti parla dopo la sconfitta: è crisi?

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

L’Inter crolla a Cagliari, Spalletti parla dopo la sconfitta

Spalletti parla dopo la sconfitta contro il Cagliari: la situazione è delicata, trapela nervosismo.

L’Inter crolla col Cagliari in modo indiscutibile e Spalletti in conferenza prova a spiegarne le cause. Il tecnico toscano riesce a vedere il buono del primo tempo ma sono in molti a pensarla diversamente; infatti, il Cagliari già all’intervallo avrebbe potuto portarsi sul un doppio vantaggio.

[adrotate banner=”37″]

Il secondo tempo, sempre parole di Luciano, è stato migliore…ma sempre infruttuoso.

Un calvario caratterizzato da carenze sul piano del gioco; infatti i giocatori hanno mostrato più fisicità e tentativi  di giocate individuali, cosa che comunque la squadra fatica a proporre. Tanti gli errori tecnici che non sono da squadra, come l’Inter, che vuole arrivare al vertice.

Il “mea culpa” del tecnico non c’è stato e la sua panchina sembra sempre meno stabile.

Ad incidere negativamente non può essere solo la “questione Icardi”, che comunque in conferenza non viene citato.

Un esame di coscienza farebbe bene a tutti: dalla società allo stesso tecnico che mostra i muscoli nel momento meno opportuno.

Barella a Spalletti piace, dunque è stato inserito come obiettivo per la prossima sessione di calciomercato; naturalmente la conquista del posto Champions favorirebbe l’acquisto del giocatore. L’impressione è che il centrocampista del Cagliari possa arrivare con o senza Spalletti.

Spalletti parla dopo la sconfitta: “avevo bisogno di Ranocchia”

La confusione tecnica raggiunge l’apice con l’ingresso in campo di Ranocchia nel ruolo di attaccante. Un difensore col ruolo di goleador rappresenta una soluzione molto curiosa e visionaria. Purtroppo per l’Inter la scelta non ha pagato; inoltre se Icardi e Keita non erano disponibili la colpa non è di nessuno.

Probabilmente Spalletti avrebbe dovuto cercare soluzioni alternative, provare nuovi schemi in allenamento, che servono proprio a questo. In una stagione gli infortuni vanno considerati, un solo copione non è da grande squadra. Le cartucce da sparare per vincere possono essere: l’astuzia e l’imprevedibilità; quindi, a volte, anche i cambi di ruolo possono giovare ma snaturare i giocatori, in questo caso non ha fruttato.

È sembrata una conferenza post gara in difesa di se stesso ma con attacco alla proprietà; ma lui stesso ha delle colpe?

La crisi sembra alle porte e a Spalletti non rimane che risollevare la squadra dimostrando di averne il controllo.

Se un cambio di allenatore ci dovrà essere, per il comune interesse, comunque sarà bene terminare la stagione centrando l’obiettivo della qualificazione in Champions.

Dunque Spalletti parla dopo la sconfitta ma piuttosto che convincere desta preoccupazione. Ora Marotta ha una bella gatta da pelare.

Fonte foto di copertina

Segui le notizie di sport sul sito.

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24