Stop alla vendita di auto a benzina e diesel entro il 2035, arriva l'ufficialità in Europa

Stop alla vendita di auto a benzina e diesel entro il 2035, arriva l’ufficialità in Europa

 

L’Unione Europea sta portando avanti piani che vedranno effettivamente la scomparsa dell’auto con motore a combustione interna nel nostro continente. Secondo Bloomberg, la vendita di nuove auto a benzina e diesel sarà vietata dal 2035 in poi, con i produttori che dovrebbero vendere solo veicoli a emissioni zero per allora. Ciò costringerà i consumatori a passare ai veicoli elettrici, poiché i nuovi veicoli a combustione non potranno più essere immatricolati nell’Unione Europea. “È l’inizio di una grande transizione dell’Unione Europea“, ha affermato Jan Huitema, un politico olandese e membro del Parlamento europeo.

Ma per rendere le cose più difficili, le case automobilistiche dovrebbero ridurre drasticamente gli inquinanti. Dal 2030 le emissioni di CO2 delle auto nuove dovranno essere ridotte del 55%. Per i riduttori irriducibili, c’è una piccola briciola di comfort. Le aziende di nicchia, come Lamborghini e Ferrari, riceveranno un anno in più per raggiungere gli obiettivi sulle emissioni. Ancora più importante, questi marchi boutique – che producono meno di 10.000 veicoli all’anno – potranno anche vendere auto con motore a combustione fino alla fine del 2035. Ciò significa che il rombo dei motori ad alte prestazioni ci faranno compagnia per ancora vari anni.

Stop alla vendita di auto a benzina e diesel: sì ai biocombustibili

Le case automobilistiche europee stanno già dimostrando di essere pronte a farsi avanti, con l’arrivo sul mercato di auto elettriche sempre più convenienti“, ha affermato Frans Timmermans dell’UE. “La velocità con cui questo cambiamento è avvenuto negli ultimi anni è notevole“. Tuttavia, non tutti saranno contenti della decisione. I funzionari tedeschi si sono precedentemente espressi contro la legislazione, sulla base del fatto che il motore a combustione servirà ancora settori molto di nicchia. Anche diverse altre nazioni europee si sono opposte al divieto, ma sembra che le varie proteste siano cadute nel vuoto.

L’esplicito Oliver Zipse, CEO di BMW e presidente della European Automobile Manufacturers’ Association (ACEA), ha descritto la decisione come di vasta portata. Zipse ha precedentemente espresso disprezzo per un divieto prematuro dei motori a combustione interna. “Sarebbe dannoso semplicemente rinunciare a una tecnologia in cui si ha una posizione di mercato globale. Non credo che ciò aiuterebbe il clima o chiunque altro“, disse all’epoca. Il capo della BMW ha affermato che le case automobilistiche possono facilmente fornire i veicoli necessari, ma ritiene che sia necessario fare di più per aiutare l’industria automobilistica a raggiungere questi obiettivi elevati. Oltre a reti di ricarica superiori, anche l’accesso alle energie rinnovabili è essenziale.

Divergenza di opinioni tra le parti coinvolte

I giorni del motore a combustione che emette carbonio e che erutta inquinamento sono finalmente contati. Sono passati 125 anni da quando Rudolf Diesel ha rivoluzionato l’efficienza del motore, ma i legislatori hanno deciso che il prossimo capitolo sarà scritto dal veicolo elettrico più pulito e migliore“, ha commentato Julia Poliscanova di Trasporti e Ambiente. Vale la pena notare che auto e furgoni producono solo il 16% dei gas serra europei.

Anche la California ha recentemente annunciato che vieterà la vendita di veicoli con motore a combustione dal 2035. A differenza dell’UE, che mira a ridurre le emissioni prima di eliminare del tutto i veicoli ICE, lo Stato oltreoceano introdurrà gradualmente nuove normative. Entro il 2026, ad esempio, il 35% di tutte le auto nuove vendute nello stato dovrà essere a emissioni zero. Ciò salirà al 68% entro il 2030 e, infine, al 100% entro il 2035. Si prevede che anche New York seguirà l’esempio. Si spera che venga fornito un po’ di spazio per le fonti di energia alternative, come il carburante sintetico e l’energia a idrogeno.

Fonte immagine copertina: Pixabay

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Francesco Menna

Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com