su Netflix si sceglierà la velocità di riproduzione

Su Netflix si sceglierà la velocità di riproduzione video

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com
 

A partire dalla giornata di domani, sull’app del servizio streaming per Android si potrà decidere di utilizzare una nuova funzione. Su Netflix si sceglierà la velocità di riproduzione video, tra quattro differenti livelli.

Su Netflix si sceglierà la velocità di riproduzione video a partire da domani

Sicuramente, l’app di Netflix è una delle più utilizzate in assoluto. Infatti, è stata raggiunta una cifra veramente considerevole di download, pari a più di un miliardo di utenti che hanno caricato l’app dal Play Store. Dunque, quale occasione migliore per presentare una novità? Ebbene, a partire dalla giornata di domani – 2 agosto 2020 – ogni utente potrà usufruire di una nuova funzione. Si potrà decidere la velocità con la quale si desidera vedere un film.

I livelli di velocità di riproduzione sulla piattaforma del servizio Netflix saranno quattro differenti. Dunque, si potrà scegliere tra 0,5x, 0,75x, 1,25x e 1,5x. Tutto sarà molto simili alle impostazioni che si trovano su altre applicazioni, come ad esempio su YouTube. Anche se, in quel caso, le “tipologie di velocità” sono in numero maggiore.  La velocità di riproduzione scelta dall’utente, verrà utilizzata solo per lo show che si sta guardando in quel determinato momento. Così facendo, nel momento in cui l’utente decide di guardare altro, la velocità sarà quella standard.

Non è stato facile per Netflix ottenere in questa funzione. Infatti, il colosso dello streaming aveva parlato dell’arrivo di questa novità già l’anno scorso. Tuttavia, questa ipotesi – che sicuramente darà felici gli utenti – non è stata accolta dagli autori con entusiasmo. Sull’argomento sono intervenuti Aaron Paul e il regista Brad Bird, i quali sembrano essere contrari alla nuova funzione. Infatti, quanto Netflix ha parlato della possibilità di cambiare la velocità dei contenuti, Paul e Bird hanno dichiarato che “i distributori non possono alterare il modo in cui il contenuto viene presentato“.

Fonte foto: pixabay

Leggi anche Hannibal stagione 4 arriverà su Netflix

Autore dell'articolo: Emanuela Acri

Avatar
Grafica pubblicitaria, ha svolto gli studi all'Accademia di Belle Arti di Catanzaro e quella di Lecce, concludendo il percorso con il massimo dei voti. Appassionata di film horror e serie TV, collabora con alcuni siti online nella realizzazione di articoli di diversi argomenti,