Vaccino contro il morbillo per "ingannare" il COVID-19

Vaccino contro il morbillo per “ingannare” il COVID-19

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Vaccino contro il morbillo per “ingannare” il COVID-19. Pochi mesi dopo l’inizio della pandemia, sono stati messi a punto – in tutto il mondo – circa 115 vaccini contro il coronavirus.

Vaccino contro il morbillo per “ingannare” il COVID-19: ecco in che modo

L’Istituto Pasteur francese sta lavorando all’utilizzo di un vaccino contro il morbillo modificato per “ingannare” il corpo nel produrre anticorpi contro il nuovo coronavirus. A marzo, la coalizione norvegese per le innovazioni di preparazione epidemica ha approvato una sovvenzione iniziale di 4,9 milioni di dollari per finanziare la ricerca preclinica dell’istituto. È uno degli otto candidati al vaccino sostenuti da CEPI, anche se solo due o tre progetti saranno finanziati fino alla fase di regolamentazione e approvazione.

Secondo CEPI per sviluppare un vaccino COVID-19 saranno necessari circa 2 miliardi di dollari. Con questa cifra, i vaccino può essere prodotto in quantità sufficiente per immunizzare miliardi di persone in tempi record. Ma il virologo Frédéric Tangy, capo del laboratorio per l’innovazione dei vaccini dell’istituto, afferma che l’immunizzazione è l’unica vera soluzione alla pandemia. Infatti paragona misure come il distanziamento sociale e l’autoisolamento come “mettere un cerotto su una ferita aperta”.

L’Istituto Pasteur ha una storia invidiabile nella lotta alle malattie infettive. Prende il nome da Louis Pasteur, il pioniere biochimico francese che ha sviluppato i vaccini contro l’antrace e la rabbia, l’Istituto Pasteur è stato aperto nel 1888. Negli anni successivi ha fatto progressi rivoluzionari contro la febbre tifoide, la tubercolosi, la poliomielite, la febbre gialla, l’HIV e altre importanti malattie. Il virologo Tangy ha affermato che, quasi tutti i 133 dipartimenti del campus di Parigi dell’istituto, sono concentrati sulla pandemia di COVID-19.

I test del vaccino contro il morbillo

A gennaio, gli scienziati di Pasteur hanno completato il primo sequenziamento completo del genoma del coronavirus in Europa. Questo pochi giorni dopo la segnalazione dei primi casi di COVID-19 in Francia. È stato un passo fondamentale per capire se il virus era mutato dalla sua scoperta iniziale a Wuhan, in Cina. Per fortuna non sembra essere stato così. L’istituto ha testato un vaccino contro il morbillo modificato per combattere altri virus. Il team di Tangy sta modificando il vaccino contro il morbillo per includere una singola proteina SARS-CoV-2. Questo è stato fatto per un motivo ben preciso.

L’intento è quello di scatenare una risposta immunitaria equivalente all’attuale vaccino MMR che protegge da morbillo, parotite e rosolia. I vaccini vivi attenuati inducono un’immunità forte e di lunga durata dopo una singola iniezione. Inoltre sono poco costosi da produrre. “Ogni fabbrica al mondo può produrre un vaccino per il morbillo”. Questo quanto affermato da Tangy.

Quando potrebbe essere pronto il vaccino?

Se i risultati saranno buoni presto si potrebbe partire con le sperimentazioni. In pochi mesi potranno partire i test sugli animali. Successivamente l’azienda austriaca di biotecnologie Themis produrrà centinaia di fiale per prove cliniche. Il virologo Tangy prevede che il vaccino potrebbe iniziare a essere testato su persone entro un anno. Ha avvertito che i ricercatori hanno bisogno di tempo sufficiente per poter verificare se ci sono effetti collaterali in modo da poterli prevenire o mitigare. “Il problema molto delicato con un vaccino per un tale virus è la risposta immunitaria, che può essere molto più letale della malattia stessa”, ha detto. “Un vaccino sfrenato sarebbe pericoloso.”

Fonte foto: pixabay

Leggi anche LED ultravioletti per annientare il COVID-19

Autore dell'articolo: Emanuela Acri

Grafica pubblicitaria, ha svolto gli studi all'Accademia di Belle Arti di Catanzaro e quella di Lecce, concludendo il percorso con il massimo dei voti. Appassionata di film horror e serie TV, collabora con alcuni siti online nella realizzazione di articoli di diversi argomenti,