Immunità di gregge Coronavirus? L'OMS dice che è immorale

Immunità di gregge Coronavirus? L’OMS dice che è immorale

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.comSegnala a Zazoom - Blog Directory
 

Il capo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ha messo in guardia dal consentire deliberatamente la diffusione del coronavirus nella speranza di ottenere la cosiddetta immunità di gregge. Ha affermato che l’idea non è affatto etica. “L’immunità di gregge è un concetto utilizzato per la vaccinazione. In tal caso, una popolazione può essere protetta da un certo virus se viene raggiunta una soglia di vaccinazione“, ha detto Tedros Adhanom Ghebreyesus durante una conferenza stampa virtuale.

Per il morbillo, ad esempio, si stima che se il 95% della popolazione viene vaccinato, anche il restante 5% sarà protetto dalla diffusione del virus. Alcune infezioni, necessitano di una percentuale di vaccinazioni di circa l’80%. “L’immunità di gregge si ottiene proteggendo le persone da un virus, non esponendole ad esso“, ha detto Tedros. “Mai nella storia della salute pubblica l’immunità di gregge è stata utilizzata come strategia per rispondere a un’epidemia, per non parlare di una pandemia“. Il Covid-19 ha ucciso oltre un milione di persone e infettato più di 37,5 milioni da quando è emerso per la prima volta in Cina alla fine dell’anno scorso.

La scorsa settimana, un gruppo internazionale di scienziati ha invitato i governi a consentire ai giovani e alle persone sane di tornare alla vita normale, proteggendo i più vulnerabili. In seguito è emerso che diversi presunti esperti firmatari della “dichiarazione di Great Barrington” erano nomi falsi. Il documento rifletteva ancora una volta le richieste di uno sforzo per sviluppare l’immunità di gregge. Affidarsi all’ottenimento naturale dell’immunità di gregge sarebbe “scientificamente ed eticamente problematico“, ha detto Tedros. “Consentire a un virus pericoloso che non comprendiamo completamente di girovagare gratuitamente è semplicemente immorale“.

Immunita di gregge Coronavirus: è una cosa sbagliata

Tedros ha sottolineato la mancanza di informazioni sullo sviluppo dell’immunità al Covid-19. Infatti, non sanno ancora quanto possa essere forte la risposta immunitaria e per quanto tempo gli anticorpi rimangono nel corpo. Tedros ha indicato alcuni casi in cui si ritiene che le persone siano state infettate dal virus una seconda volta. Ha anche sottolineato i numerosi problemi di salute a lungo termine dell’infezione.

Considerando che meno del 10% della popolazione ha contratto il virus, significa che la maggioranza di essa risulta ancora suscettibile. Per questo motivo, lasciar diffondere un virus in questo modo significa consentire infezioni, sofferenze e morti non necessarie. Il tasso di mortalità del virus è dello 0,6%. Spiegano che sembra un numero insignificante, ma in realtà c’è da considerare che questo numero è più alto con le persone che hanno un età avanzata. Non significa, però, che i più giovani possono sottovalutare il virus. Anche alcuni giovani sono deceduti.

Via

Fonte immagine copertina: Pixabay

Per favore supportaci e metti mi piace!!

Autore dell'articolo: Francesco Menna

Avatar
Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com