Violenza su minori: gli agghiaccianti dati del 2016 in Italia

La violenza su minori sta diventando un costume molto diffuso nel nostro Paese. In Italia quasi mille minori ogni anno sono vittime di abusi sessuali, alla media di circa due ogni giorno.
Se si analizzano i dati del 2016, si noterà un record assai poco invidiabile. Sono stati 5.383 i minori vittime di violenza, non solo sessuale: circa 15 bambini ogni giorno.
Sono questi i dati elaborati nel Dossier della Campagna Indifesa di Terre des Hommes.

Violenza su minori: una piaga in crescita

I dati sulle violenze su minori sono preoccupanti. In media, 15 bambini ogni giorno subiscono violenza, sia fisica che sessuale. In sei casi su 10 la vittima è una bambina. Si tratta di un fenomeno in pericolosa crescita. I dati raccolti, infatti, hanno subito un’impennata del 6% rispetto a quelli dello scorso anno. Secondo lo studio presente nel Dossier della Campagna Indifesa di Terre des Hommes  sono state 1.618 le vittime di maltrattamento in famiglia, il 51% femmine, con un incremento del 12% rispetto all’anno precedente.
Inoltre, è cresciuto del 23%  (326 nel 2016) il numero delle vittime di percosse che hanno poi costretto i piccoli al ricovero in ospedale o sono sfociate in una denuncia.

Bambine le più colpite

Le prede preferite tra i minori sono le bambine. Si tratta dell’83% delle vittime che hanno subito violenze sessuali aggravate, l’82% dei minori entrati nel giro della produzione di materiale pornografico, il 78% delle vittime con meno di 14 anni forzate ad assistere ad atti sessuali.
In calo rispetto al 2015 sono gli atti sessuali con minori di 14 anni (-11%), dove però le vittime sono ancora 366.
Si tratta di dati preoccupanti che devono spingere il governo ad agire. Tra le cause delle violenze, c’è l’indigenza in cui molte famiglie vivono e il crollo del nucleo famigliare. In molti casi, infatti, l’esecutore delle violenze è un patrigno o un parente acquisito.

VAI