Aggressione a Bologna per 500 euro

Aggressione in casa, 500 euro e un anello d’oro

Aggressione a Bologna, zona San Donato. Una donna di 48 anni è stata aggredita e rapinata presso la propria abitazione da due uomini. Il bottino: 500 euro e un anello d’oro che portava al dito. La donna è stata anche molestata e minacciata con una siringa. Il fatto è accaduto ieri, nella casa di edilizia popolare dove la donna risiede. La zona è già battuta da soggetti poco raccomandabili. Infatti, la donna aveva già richiesto all’Acer di poter cambiare residenza, anche per tutelare i propri figli, ancora minorenni.

Minacce e molestie

La donna ha raccontato che i due uomini l’avrebbero strattonata in casa, minacciandola di far del male ai suoi figli se non avesse consegnato il denaro e l’anello. Poi le avrebbero anche abbassato i pantaloni e palpeggiato il seno. La donna aveva aperto la porta al suono del campanello, pensando che fossero i suoi figli di ritorno per la cena. Così sono entrati i due uomini, semplicemente suonando alla porta. La donna aveva già ricevuto minacce da altri uomini che si aggiravano nei pressi della sua abitazione e che aveva cercato di tenere lontano dalla famiglia.

L’allarme lanciato dal compagno

La donna, in stato di choc, non si è sentita di chiamare subito i soccorsi. Forse sconvolta anche dalle frasi minacciose che le avevano rivolto. Quando, due ore più tardi, è rientrato il compagno e l’ha trovata sconvolta e ferita, è stato l’uomo a chiamare i Carabinieri. Poi, ha accompagnato la donna al pronto soccorso, dove è stata medicata e dimessa con una prognosi di cinque giorni. Le indagini sono ora condotte dai Carabinieri di Bologna. La zona in cui risiede la donna è purtroppo battuta da tempo da spacciatori. Nei cortili più volte sono state trovate siringhe. I residenti lamentano una grave situazione di degrado.

Immagine presa da: www.ilrestodelcarlino.it

VIA

     

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: