alopecia areata grave

Alopecia areata grave: approvato farmaco

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

La FDA ha appena approvato la prima compressa orale per il trattamento dell’alopecia areata grave.

La Food and Drug Administration ha approvato lunedì un farmaco chiamato baricitinib come prima compressa orale per il trattamento dell’alopecia areata grave, una malattia autoimmune che colpisce ogni anno più di 300.000 persone negli Stati Uniti. In Italia,  colpisce circa l’1-4% della popolazione.
L’alopecia areata causa la perdita temporanea o permanente di capelli a chiazze, che può colpire qualsiasi parte del corpo portatrice di peluria, con conseguente disagio emotivo. Questa patologia è stata recentemente portata alla ribalta da casi di alto profilo, come quello dell’attrice hollywoodiana Jada Pinkett Smith e della deputata Ayanna Pressley.

Will Smith e la moglie Jada Pinkett Smith

L’accesso a opzioni terapeutiche sicure ed efficaci è fondamentale per il numero significativo di americani affetti da alopecia grave”, ha dichiarato Kendall Marcus, funzionario della FDA. “L’approvazione odierna contribuirà a soddisfare una significativa esigenza non soddisfatta per i pazienti affetti da alopecia areata grave”.

I risultati degli studi sul baricitinib e gli effetti sull’alopecia areata grave

Il baricitinib, prodotto dall’azienda farmaceutica statunitense Eli Lilly e noto con il nome commerciale di Olumiant, appartiene a una classe di farmaci chiamati inibitori della Janus chinasi. Agisce interferendo con la via cellulare che porta all’infiammazione. La sua approvazione per l’uso contro l’alopecia areata si è basata sui risultati di due studi clinici randomizzati e controllati. Questi monitoraggi, hanno coinvolto un totale di 1.200 adulti con alopecia grave.

Ogni studio ha suddiviso i partecipanti in tre gruppi. Un gruppo placebo, un gruppo che ha ricevuto una dose di 2 milligrammi al giorno; infine, un gruppo che ha ricevuto una dose di 4 milligrammi al giorno. Dopo 36 settimane, quasi il 40% di coloro che hanno assunto la dose più alta ha fatto ricrescere l’80% dei capelli del cuoio capelluto; ciò rispetto a circa il 23% del gruppo con la dose più bassa e al 5% del gruppo placebo. Circa il 45% dei soggetti del gruppo a dose più alta ha visto anche una ricrescita significativa di sopracciglia e ciglia.

Gli effetti collaterali più comuni sono stati infezioni del tratto respiratorio superiore, mal di testa, acne, colesterolo alto e aumento di un enzima chiamato creatina fosfochinasi. I trattamenti precedenti per l’alopecia areata includono farmaci topici o orali, ma sono considerati ancora sperimentali e nessuno di loro è approvato. Il baricitinib, precedentemente approvato per il trattamento dell’artrite reumatoide e durante la pandemia di COVID-19. La sua licenza è successivamente estesa, anche al trattamento dei pazienti COVID-19 ospedalizzati.

Autore Immagine. By Carolyn P Speranza

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24