melanomi

Melanomi e nei cosa causa la trasformazione

I nei e i melanomi sono entrambi tumori della pelle che provengono dalla stessa cellula chiamata melanocita. La differenza è che i nei sono di solito innocui, mentre i melanomi sono cancerosi e spesso mortali senza trattamento. Leggi di più a proposito di Melanomi e nei cosa causa la trasformazione

Obesità cause

Obesità cause associate ai geni

Tra le cause principali legate all’obesità ci sono i geni. Tuttavia, i ricercatori sono riusciti ad individuarne 17 che promuovono o, prevengono, la malattia.

Uno studio condotto dalla Dottoressa Eyleen O’Rourke, ha permesso di individuare 293 geni associati all’obesità nell’uomo, con l’obiettivo di definire quali geni fossero effettivamente causa o prevenzione della condizione che causa l’eccessivo peso, dovuto a un accumulo di tessuto adiposo. O’Rourke e colleghi, nella loro indagine, hanno usato vermi Caenorhabditis elegans identificando 14 nuovi geni che favoriscono l’obesità e 3 geni che prevengono l’obesità indotta dalla dieta. Leggi di più a proposito di Obesità cause associate ai geni

psilocibina

Psilocibina: possibile cura per la Depressione Maggiore

Un alcaloide presente in alcuni funghi allucinogeni, la triptammina, ha dimostrato ottimi risultati nella terapia per il DSM-5, (trattamento depressione maggiore), infatti, studi precedenti condotti dai ricercatori della Johns Hopkins Medicine, hanno dimostrato che il trattamento psichedelico della DSM-5 con psilocibina (vedi) ha alleviato i sintomi negli adulti fino a un mese. Attualmente, in un’indagine di controllo su alcuni volontari, i medici del progetto hanno riferito che gli effetti antidepressivi sostanziali della terapia assistita con psilocibina, data con una psicoterapia di supporto, possono durare almeno un anno in alcuni pazienti ma con esiti favorevoli. Leggi di più a proposito di Psilocibina: possibile cura per la Depressione Maggiore

malattie neurologiche

Malattie neurologiche e il Covid-19

Un nuovo studio presentato in occasione dell’ottavo congresso della European Academy of Neurology (EAN) ha dimostrato che i pazienti positivi al  COVID-19 sono esposti a un rischio molto più elevato di malattie neurologiche rispetto a coloro che sono risultati negativi al virus. Lo studio, che ha analizzato le cartelle cliniche di oltre la metà della […]

Gli esperti: "Rendere disponibili tutti i vaccini anti virus SarS-CoV2"

Vaccino antinfluenzale minor rischio Alzheimer

Stando a un nuovo studio dell’University of Texas Health Science Center di Houston, coloro che avevano ricevuto durante quattro anni almeno un vaccino antinfluenzale avevano il 40% in meno di probabilità di contrarre il morbo di Alzheimer rispetto ai loro coetanei non vaccinati. Leggi di più a proposito di Vaccino antinfluenzale minor rischio Alzheimer

Dislessia evolutiva

Dislessia evolutiva: cambio di prospettiva

La dislessia evolutiva costituisce un elemento chiave per il successo degli esseri umani.

I ricercatori di Cambridge che studiano la cognizione, il comportamento e il cervello sono giunti alla conclusione che le persone con dislessia sono specializzate nell’esplorare l’ignoto. È probabile che questa caratteristica svolga un ruolo fondamentale nell’adattamento dell’uomo ad ambienti mutevoli. Leggi di più a proposito di Dislessia evolutiva: cambio di prospettiva

4 vitamine sottovalutate per una pelle senza acne

Acne: 4 vitamine sottovalutate per una pelle pura

Se avete problemi di pelle acneica, probabilmente avete già provato le vitamine e gli integratori comunemente consigliati. Dalla vitamina A, alla vitamina C, allo zinco, sono tanti i nutrienti essenziali indicati su come combattere l’acne e, molti di essi, fanno un ottimo lavoro per tenere a bada le macchie rosse. Ma se state ancora lottando con la pelle per questo motivo, è il momento di andare più a fondo e controllare alcune delle vitamine, purtroppo un po’ sottovalutate, per combattere l’acne. Leggi di più a proposito di Acne: 4 vitamine sottovalutate per una pelle pura

Infezioni fungine: MIT scopre molecole per combatterle

Infezioni fungine: MIT scopre nuove molecole

Scienziati del MIT scoprono nel muco molecole in grado di combattere le infezioni fungine.

La capacità di sfruttare la forza delle molecole di zucchero presenti nel muco potrebbe aiutare i ricercatori a sviluppare nuovi farmaci antimicotici. La Candida albicans è un lievito che spesso vive nel tratto digestivo e nella bocca dell’uomo, oltre che negli organi urinari e riproduttivi. Normalmente non causa malattie nel suo “ospite”, ma in determinate condizioni può trasformarsi in una versione dannosa. La maggior parte delle infezioni da Candida non è letale, ma l’infezione sistemica da Candida, che colpisce il sangue, il cuore e altre parti del corpo, può essere pericolosa per la vita. Leggi di più a proposito di Infezioni fungine: MIT scopre nuove molecole

Malattie Cardiache

Malattie Cardiache: nuovo trattamento contro la trombosi

Un nuovo approccio al trattamento delle malattie cardiache e per le malattie cardiovascolari.

Le malattie vascolari e cardiovascolari sono fortemente influenzate da una particolare proteina presente nelle cellule dei vasi sanguigni. I ricercatori hanno scoperto che la presenza di troppi “recettori del trombossano A2” impedisce anche la crescita di nuovi vasi sanguigni. Il processo fondamentale è stato finalmente spiegato da un gruppo di ricerca guidato dalla Martin Luther University Halle-Wittenberg (MLU). La ricerca, pubblicata il 3 marzo sulla rivista Arteriosclerosis, Thrombosis, and Vascular Biology, potrebbe portare alla creazione di nuovi trattamenti per le malattie cardiovascolari. Leggi di più a proposito di Malattie Cardiache: nuovo trattamento contro la trombosi

Covid, da Ema ok a vaccino Pfizer aggiornato a varianti XBB

Nuovo vaccino contro il cancro

Un nuovo vaccino contro il cancro trova il modo di superare le difese del tumore

Dall’immunoterapia ai vari trattamenti anti-cancro, la scienza è sempre alla ricerca di cure e screening preventivi più efficaci. L’obiettivo è di sanare quei tipi di neoplasie che, nel tempo, se non affrontate adeguatamente e con interventi mirati, rischiano di causare numerosi decessi all’anno. Basti pensare come solo il cancro ai polmoni, sia tra le cause principali di morte al mondo. Oppure il cancro al seno di cui – solo in Italia – ne sono colpite circa 48.000 donne ogni anno. Leggi di più a proposito di Nuovo vaccino contro il cancro