Ambiente e trasporto marittimo

Ambiente e trasporto marittimo, quale impatto sulla salute?

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Ambiente e trasporto marittimo, quale impatto? Gli studi effettuati dall’Oms individua le attività marittime tra le sei maggiori sorgenti emissive di inquinanti atmosferici

L’ambiente e il trasporto marittimo sembrano non andare propriamente d’accordo: le sostante inquinanti emesse infatti, in particolare le emissioni di anidride solforosa, provocano piogge acide e creano polvere fine che può provocare malattie respiratorie e cardiovascolari.

L’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Isac) di Lecce, dal titolo Recent Advances in Studying Air Quality and Health Effects of Shipping Emissions e pubblicato su Atmosphere, esamina le attuali conoscenze sull’impatto della navigazione locale nelle aree portuali comparandole con gli indicatori di salute pubblica.

Spiega Daniele Contini, ricercatore Cnr-Isac e co-autore della ricerca assieme alla collega Eva Merico:

Daniele Contini, ricercatore Cnr-Isac e co-autore della ricerca assieme alla collega Eva Merico, spiega:

In Europa l’impatto alle concentrazioni di inquinanti in atmosfera, come PM2.5 e PM10, le cosiddette polveri sottili, varia tra lo 0.2% ed il 14%; con i valori però maggiori osservati nell’area del Mediterraneo.

In Italia si hanno impatti alle polveri sottili tipicamente tra il 2% ed il 10%.

Gli impatti agli inquinanti gassosi (ossidi di azoto ed ossidi di zolfo) sono anche maggiori e variano, in Italia, tipicamente tra il 5 ed il 40%; valore, quest’ultimo, rilevato soprattutto in prossimità delle aree portuali.

Le ultime normative internazionali pongono in realtà, una decisa riduzione al contenuto di zolfo nei combustibili marini, dal 3,5% allo 0,5% in massa; portando così ad una diminuzione delle emissioni di ossidi di zolfo e di particolato atmosferico.

“Grazie a queste misure, è possibile stimare un calo nei prossimi anni del 34% delle morti premature dovute alle emissioni navali e del 54% dei casi di asma infantile”, conclude Contini.

I risultati  della ricerca in merito al rapporto tra ambiente e trasporto marittimo infine, sono pubblicati sulla rivista Atmosphere.

 

 

Articoli simili: La mappatura delle farfalle europee

Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.