Anna Ascani parla della riapertura delle scuole

Anna Ascani parla della riapertura delle scuole: “Impegno condiviso”

Condividi su:

 

ROMA – Anna Ascani parla della riapertura delle scuole. La viceministra dell’Istruzione ha partecipato al video incontro “Si scrive scuola, si legge futuro”, organizzato dal Partito Democratico abruzzese.

Ascani ha annunciato che le linee guida saranno pronte in settimana e che questo metodo di confronto continuerà per arrivare a settembre e assicurare la riapertura delle scuole nella migliore funzionalità possibile.

Anna Ascani parla della riapertura delle scuole

La scuola è molto importante. Ma non è tutto. Infatti la viceministra ha partecipato, nei giorni scorsi, anche al “web-pressing” parlamentare organizzato dalle 50 associazioni non profit dell’appello pro-paritarie:

“Il settore delle paritarie è fondamentale per il nostro sistema di istruzione – ha affermato Anna Ascani – e includeremo i rappresentanti delle scuole paritarie nei tavoli regionali che si attiveranno nei prossimi giorni. Bisogna sostenere le paritarie per riavviare in piena sicurezza e in presenza l’anno scolastico che ci aspetta. Il sostegno a queste realtà è doveroso per garantire il diritto all’istruzione”.

L’impegno condiviso è quello di non discriminare le scuole pubbliche paritarie. Preservare il baluardo del pluralismo scolastico in Italia non è tema della maggioranza o dell’opposizione, ma della ‘Res publica’ in quanto tale. La risposta dei gruppi parlamentari? Davvero straordinaria e condivisa da molti leader intervenuti. Nei prossimi giorni se ne potrebbe occupare direttamente la conferenza dei capigruppo.

Ecco invece cosa ha detto Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei Deputati, intervenendo all’incontro:

“Quella per le paritarie è una grande battaglia di libertà. Non è solo una questione economica. Parliamo di 12mila scuole, di 160mila persone che ci lavorano e di 1 milione di studenti. Forza Italia, con i colleghi Aprea, Palmieri, Marin e con tutti i membri della Commissione Cultura di Montecitorio, ha presentato emendamenti per un fondo straordinario per le paritarie da 500 milioni, per prevedere la detraibilità delle rette scolastiche, per più fondi agli alunni disabili delle paritarie”.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24