Aukey KM-W2: recensione mouse wireless

Aukey KM-W2: recensione mouse wireless

Oggi recensiamo il mouse senza fili Aukey KM-W2. Si tratta di un mouse, leggero e compatto, che grazie ai tasti laterali, è adatto anche per il gaming.

La confezione di acquisto del prodotto include, il mouse, la carta di garanzia da 24 mesi e il manuale di istruzioni. All’interno del mouse, nello sportello della pila, è posizionato il trasmettitore wireless che va inserito nella apposita presa USB del computer.

Recensione Aukey KM-W2

Il mouse si presenta con un design semplice ma efficace. Qualità dei materiali buona, e il mouse è leggero e di dimensioni compatte. Sotto, di esso troviamo lo switch on/off, il laser ottico e lo sportellino per la batteria (non inclusa nella confezione). Come pila è necessaria una stilo, e proprio al fianco del vano pila, troviamo il trasmettitore wireless inserito in un apposito slot. Quest’ultimo va inserito nel PC, ed immediatamente il mouse è pronto per l’uso.

La rotella al centro, a differenza del resto del mouse che è di colore nero, è di colore arancione ai lati. Sotto la rotella, troviamo il tasto per la regolazione dei DPI. Si può scegliere tra 800, 1200 o 1600 DPI, in base alle proprie esigenze.

Grazie ai tasti laterali, sulla sinistra del mouse, è possibile utilizzare il mouse anche per il gaming. Non solo, ma con quei tasti è possibile navigare tra le cartelle, potendo andare “avanti e indietro”.

Nonostante parliamo di un mouse economico, la precisione non manca. Non ci sono difetti da segnalare. Aukey KM-W2 è acquistabile su Amazon al prezzo di 13 euro.

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Autore dell'articolo: Cesare Di Simone

Passione sfrenata per tutto ciò che è tecnologico utente di lungo corso Android e sostenitore di tutto ciò che è open-source e collateralmente amante del mondo Linux. La maggior parte delle conoscenze che ho in ambito tecnologico le ho apprese da autodidatta, riparo Pc e nel tempo libero mi dedico a scrivere articoli su Technoblitz.it di cui sono co-fondatore oltre a scrivere anche su Blastingnews.