notizie

Bimba di tre anni stuprata a Delhi, ora è in pericolo di vita

 

Sembrano notizie inverosimili, purtroppo non è così. Una bambina di soli tre anni è stata stuprata a Delhi, in India. Non era molto lontana da dove abitava, nè si trovava in luoghi minacciosi. Lo stupratore era niente di meno che il custode del condominio.

Notizie impressionanti dall’India, bambina stuprata a tre anni

notizie

Lo stupro è già un’esperienza terribile, che lascia segni indimenticabili. Sia fisicamente che psicologicamente chi lo ha provato non riuscirà a dimenticare. Pensiamo ad una bimba di soli tre anni, trovata sanguinante, senza conoscenza, sulle scale del condominio in cui viveva.

Difficile credere che chi ha compiuto un gesto simile sia stato diverso nell’aspetto e nel modo di fare da tutti noi. Il delinquente, perchè solo in questo modo si può chiamare, è stato colui che aveva il compito di vegliare sulla sicurezza dello stabile.

Il custode, un quarantenne, in seguito arrestato dalla polizia. Nella cittadina ora regna l’orrore per un crimine compiuto. La piccola è stata ricoverata in ospedale e quindi ha subito un intervento chirurgico.

La prognosi della bambina è riservata

notizie

La bimba si trova ora in prognosi riservata, ha rivelato la commissaria per le Donne della capitale indiana, Swati Maliwal. Una macabra coincidenza ha voluto che esattamente sei anni fa, nel quartiere di Bidanpur, luogo dello stupro una studentessa abbia subito il grave trauma.

Nirbhaya era il suo nome, la giovane è passata a migliore vita dopo 13 giorni di agonia. Ricordiamo che la studentessa è stata violentata su un autobus privato. Ben 7 uomini, compreso l’autista, hanno abusato di lei.

Da allora è nato il movimento di protesta contro le violenze sessuali, atto a rendere noti stupri e qualsiasi danno sulle bambine. Il numero dei bambini violentati è ancora enorme. Swati Maliwal, commissaria per le donne di Delhi, ha dato la terribile e raccapricciante notizia.

Swati Maliwal si è poi rivolta al premier Narendra Modi: “Lo chiedo per l’ennesima volta, per favore agisci“. Notizie impressionanti, il premier raccoglierà l’appello?

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24