Borsa Italiana oggi 01 novembre 2019

Borsa Italiana oggi 14 novembre 2019: Milano -0,41%

 

Oggi, 14 novembre 2019, Borse europee negative come il listino azionario della Borsa Italiana; a Milano male il comparto Servizi Pubblici, dunque Piazza Affari chiude a -0,41%

 

Milano, lì 14 novembre 2019 – Chiusura della Borsa Italiana oggi: a Milano, Piazza Affari sulle montagne russe termina negativa, con titolo peggiore Italgas; anche le altre Borse europee hanno chiuso sotto lo zero.

 


L’indice FTSE MIB oggi segna un andamento altalenante che a fine giornata chiude negativo; quindi, dopo la precedente chiusura, prosegue la tendenza ribassista il listino azionario della Borsa di Milano. Oggi bene Azimut, mentre il titolo azionario peggiore è Italgas. Il rendimento del BTP decennale sale fino 1,43%. Anche le altre Borse europee sono negative, in particolare Londra.


[adrotate banner=”37″]

Giornata della Borsa Italiana oggi 14 novembre 2019: a Milano, Piazza Affari segue le altre Borse d’Europa.

Mercato azionario in apertura negativo, a metà giornata vira fino a toccare il massimo a +0,24, chiude sensibilmente sotto lo zero; dunque Piazza Affari ha archiviato una seduta in scia alle Borse europee.

Indici azionari in Europa oggi: FTSE MIB, FTSE100, Cac 40, Dax 30, IBEX 35, SMI

  • il FTSE MIB segna un -0,41%;
  • poi il FTSE 100 (Londra) registra un -0,80%;
  • mentre il CAC 40 (Parigi) arriva a -0,10%;
  • invece il DAX 30 (Francoforte) chiude a -0,38%;
  • inoltre l’IBEX 35 (Madrid) termina con un -0,23%;
  • infine lo SMI (Zurigo) porta a casa un -0,64%.

I titoli azionari in evidenza oggi sul listino della Borsa Italiana: le quotazioni di borsa FTSE MIB

I titoli azionari con quotazioni in evidenza sul listino della Borsa di Milano sono:

  • tra le società quotate con maggiori perdite, Italgas -1,51%, Terna -1,47%, nonché A2a -1,43%;
  • seguono anche Pirelli & C -1,27%, Moncler -1,17%, Atlantia -1,10;
  • invece tra le società quotate in crescita troviamo Azimut +2,59%, Diasorin +2,35%, Prysmian +1,45%;
  • inoltre seguono Amplifon +1,14%, Nexi +1,00%, Telecom I +0,99%.

Spread oggi, titoli di Stato: Italia, Portogallo, Spagna e Francia

Gli spread tra i Titoli di Stato ed il BUND tedesco sono:

  • BTP italiano chiude a quota 177,80 punti base contro il precedente valore di 162,90 ;
  • poi l’OT Portogallo si ferma a 82,20 punti base contro il precedente valore di 66,20 ;
  • mentre il Bonos spagnolo quota 81,70 punti base contro il precedente valore di 74,80 ;
  • invece l’OAT francese arriva a 33,10 punti base contro il precedente valore di 31,00 .

I cambi dell’Euro contro Dollaro, Franco, Pound, Yen, Real, Rublo e Grivnia

In tema di valute, i cambi dell’Euro di oggi quotano:

  • Eur/USD 1,10216 da 1,10044 ;
  • poi, Eur/CHF 1,089105 da 1,08986 ;
  • inoltre, Eur/GBP 0,85556 da 0,856645 ;
  • mentre, Eur/JPY 119,4975 da 119,7625 ;
  • invece, Eur/BRL 4,625 da 4,5899 ;
  • nonché Eur/RUB 70,4653 da 70,8204 ;
  • infine Eur/UAH 26,71143 da 26,75962 .

Indici borsa Asia: Hong Kong, Tokyo

  • Hang Seng Index -0,95%;
  • poi il Nikkei 225 Tokyo -0,76%;

Indici borsa America:

  • Dow Jones -0,01% ed inoltre lo S&P 500 +0,08%;
  • invece il NASDAQ COMP. -0,04% e NASDAQ100 -0,02%.

Quotazioni dei beni rifugio oggi: oro, argento, petrolio (Brent / WTI)

  • quotazione oro è 42,91 euro al grammo invece di 42,71 euro;
  • mentre la quotazione argento è 0,4978 euro al grammo anziché 0,4951 euro;
  • invece la quotazione petrolio Brent è 62,41 euro dall’ultimo valore di 62,58 euro;
  • infine la quotazione petrolio WTI è 56,89 euro dal precedente 57,34 ;

Notizie d’oggi 14 novembre 2019 dalla Borsa Italiana e mercati finanziari, che caratterizzano la giornata a Piazza Affari: news dalle società quotate e macroeconomia

Società quotate

La Doria – Primi nove mesi dell’anno con utile netto a 19 milioni (21,8 milioni dei primi nove mesi 2018); mentre i ricavi consolidati salgono del +4% a 532,9 milioni ed Ebitda a 40,2 milioni (40,5 milioni nello stesso periodo 2018).

Monrif – Primi nove mesi 2019 con ricavi consolidati a 128,4 milioni (131,7 milioni nello stesso periodo 2018); mentre il margine operativo lordo è pari a 5,9 milioni di euro (7,5 milioni nello stesso periodo 2018); scenda anche il risultato consolidato di periodo registrando una perdita di 3,8 milioni rispetto (utile di 0,9 milioni nello stesso periodo 2018).

Gruppo Poligrafici Editoriale (controllata dal Gruppo Monrif) – Al terzo trimestre riporta una perdita di 4,7 milioni (perdita 0,9 milioni primi nove mesi 2018); anche i ricavi sono scesi a 113,577 milioni (116,967 milioni primi nove mesi 2018); inoltre il margine operativo lordo consolidato è positivo per 2,3 milioni (4,6 milioni nei primi 9 mesi 2018).

Europa

E19Pil nell’eurozona +0,2% nel terzo trimestre, mentre arriva all’1,2% su base annua destagionalizzata.Invece nella UE28 crescita pari al +0,3% sul trimestre, all’1,3% sull’anno.

Germania – (Destatis) stima preliminare PIL nell’ultima parte dell’anno a +0,1% (-0,2% nel trimestre precedente); mentre su base annua è previsto un +1%.

Francia – (Insee) Disoccupazione aumentata dello +0,1% nel terzo trimestre, all’8,6% annuo.

 

ASIA

Cina – A ottobre, causa guerra dei dazi con gli Usa, la produzione industriale cresce solo del +4,7% su base annua, molto meno rispetto al +5,8% a settembre.

 

 

Puoi leggere anche:

Piano Mediobanca 2013 2023

Produzione olio extravergine 2019: anno boom Puglia

Si saprà il nome di chi effettuerà operazioni bancarie

Fibonacci: successione aurea e matematica moderna

Brahmagupta è il matematico che introdusse lo zero

Bitcoin: possibile boom nel 2020?

↪️ Altre  notizie di economia nella pagina dedicata del sito.

DI SANTE Paolo

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Paolo Di Sante

Ogni giorno genitori danno tutto per la famiglia, lavoratori si sacrificano per lo stipendio, disoccupati cercano lavoro, imprenditori e professionisti cercano di mandare avanti l'attività. E poi c'è l'Italia, un paese intasato di burocrazia e norme che sembrano remare contro chi si alza la mattina per affrontare la giornata. Tutto ciò ha mosso in me la voglia di pubblicare studi, ricerche ed appunti che sono frutto di oltre un ventennio di lavoro: adempimenti fiscali, civilistici ed amministrativi; servizi alle aziende ed alle persone in campo amministrativo e finanziario. Credo che la diffusione delle informazioni porti equità sociale. Il mio motto preferito: "l'unione fà la forza".