Delisting CAD IT da Borsa Italiana

Borsa Milano migliora (+0,9%), corrono Pirelli e Moncler

 

MILANO – Borsa Milano oggi migliora dopo oltre 2 ore e mezza di scambi. L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,93% a 22.915 punti, con lo spread tra Btp e Bund tedeschi in calo a 214,8 punti e il rendimento sotto il 4,4% (-0,4 punti al 4,398%). Avanza Pirelli (+6,15%), che ha alzato le stime sull’intero esercizio, mentre mentre scivola Leonardo (-5,27%), congelata più volte per eccesso di ribasso, che sconta i timori degli analisti sull’effetto dell’inflazione sul portafoglio ordini nel 2023. Acquisti anche su Moncler (+4,45%), insieme al resto del comparto del lusso, spinto dalle ipotesi di un’imminete cessazione delle restrizioni per il Covid in Cina. Questo, dunque, è l’andamento Borsa Milano.

Borsa Milano oggi migliora e spread

La Borsa di Milano oggi riporta questi dati. In luce anche Amplifon (+3,69%), Stm (+3,4%), Iveco (+2,53%) e Ferrari (+2,37%). Deboli Saipem (-1,12%) ed Enel (-0,96%), che ha ridotto le stime sull’utile per l’intero esercizio, poco mossa invece Tenaris (-0,16%) dopo la trimestrale. Il rialzo del greggio (Wti +3,07% a 90,89 dollari al barile) sostiene Eni (+0,88%), mentre in campo bancario c’è attesa per la trimestrale di Intesa (+1,12%). Sale Unicredit (+1,34%), più cauta Banco Bpm (+0,49%), sotto pressione invece Mps (-13,74%) al termine dell’aumento di capitale da 2,5 miliardi di euro. Apre in rialzo il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi a 217 punti, contro il 216,3 punti segnati nella vigilia in chiusura. Il rendimento annuo italiano sale di 2 punti al 4,422%.

Come ha chiuso la Borsa di Milano oggi?

Vediamo ora come vanno i mercati internazionali dopo aver visto l’indice Borsa Milano oggi. Allungano il passo le principali borse europee in una giornata incominciata con il vento in poppa grazie agli indici Pmi dei servizi migliori delle stime e con alcune trimestrali rilevanti. La migliore è Parigi (+1,98%), dove la produzione industriale è scesa meno delle stime (-0,8% anziché -1%) e SocGen corre (+5,79%) dopo la trimestrale migliore delle attese degli analisti.

La peggiore è Madrid (+0,15%), che gira comunque in positivo, frenata dai bancari Caixabank (-3,89%), Bankinter (-1,4%) e Sabadell (-1%) dopo l’avviso della Bce sui possibili effetti negativi della legge sugli extraprofitti annunciata lo scorso luglio dal Governo iberico. Positivi i futures Usa in attesa dei dati sulle buste paga e sulla disoccupazione. I mercati hanno ormai digerito il rialzo dello 0,75% dei tassi della Fed di mercoledì scorso e guardano con interesse alla Cina, dove viene data per imminente la fine delle restrizioni per il Covid. A trarne vantaggio sono proprio i titoli del lusso, da Richemont (+5,17%) a Moncler (+5,14%), da Kering (+4,58%) a Swatch (+5,54%).

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24