Borsa Italiana oggi 02 marzo 2020

Borsa Milano migliore in Europa con le banche, fiacca Leonardo

 

MILANO – Borsa Milano migliore in Europa con le banche, ultima seduta della settimana ampiamente positiva per Piazza Affari: l’indice Ftse Mib ha chiuso in aumento dell’1,92% a 22.094 punti, mentre l’Ftse All share ha segnato una crescita finale dell’1,90% a quota 24.076. Piazza Affari è stata così la Borsa migliore del Vecchio continente, dove comunque i listini hanno chiuso tutti in chiaro rialzo: la Borsa di Amsterdam ha segnato un aumento finale dell’1,7%, seguita da Parigi, Francoforte e Madrid in crescita dell’1,4%.

Bene anche Londra, in rialzo dell’1,2%. Conclusione sugli stessi livelli dell’apertura per lo spread tra Btp e Bund tedeschi a 10 anni: il differenziale ha concluso a 231 punti base, con il rendimento del prodotto del Tesoro al 4,005%.

Borsa Milano migliore in Europa con le banche, fiacca Leonardo

Prezzo del gas in ribasso sul mercato di Amsterdam di riferimento per l’Europa. Il metano ha chiuso in calo del 6% a 207 euro al Megawattora, mentre il petrolio ha sostenuto anche i listini azionari tenendo abbondantemente quota 85 dollari al barile. Ad aiutare le Borse comunque soprattutto i titoli bancari dopo l’aumento dei tassi da parte della Bce: a Milano Intesa ha chiuso in crescita del 5,3%, Fineco di cinque punti percentuali.

Molto bene anche Tenaris e A2a, salite del 4,9%. Positiva Tim (+2,8% a 0,19 euro), caute Enel ed Eni, salite rispettivamente dell’1% e dello 0,9%. Fiacche Leonardo e Recordati, scese dello 0,6% e dello 0,8%. Nel paniere a bassa capitalizzazione scatto di Mps (+6% a 0,3 euro) anche dopo la notizia che Anima Holding è disponibile a intervenire nell’aumento di capitale da 2,5 miliardi del gruppo senese.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24