‘Caldo infernale’ previsto su tutta Italia, da Nord a Sud

Caldo infernale, tra oggi e domani, previsto in almeno 16 città italiane. Le temperature potranno superare anche i 40 gradi, con notevoli disagi per la popolazione. Il Ministero della Salute ha contrassegnato con il bollino rosso, a partire da oggi: Frosinone, Roma, Campobasso e Pescara. A queste si aggiungeranno domani Bari, Bolzano, Bologna, Brescia, Firenze, Cagliari, Milano, Latina, Rieti, Napoli, Perugia e Viterbo.

Gran parte delle regioni italiane sotto la morsa del caldo  infernale

L’Italia è come infuocata, da Nord a Sud, ma tra i capoluoghi Ferrara è la città che detiene il record della temperatura percepita più alta. Ieri alle 18 si registravano 46 gradi, anche se il termometro secondo i rilievi dell’aeronautica ne segnava 35. A capo san Lorenzo (Sardegna) va invece il record assoluto. Alle ore 16 di ieri la temperatura reale era di 33 gradi, quella percepiti invece 49; a Termoli 45 gradi (sempre percepiti); a Trapani 43 e a Roma 38. Bollino arancione invece a Firenze, da oggi 1 agosto. In una scala che va da zero a tre, il codice arancione è il secondo livello di allerta. Oggi le massime percepite potrebbero arrivare a 40 gradi all’ombra e 47 al sole. Quasi identica la situazione prevista per mercoledì 2 agosto. Il Comune ha rinnovato le raccomandazioni per cardiopatici e bambini, ma soprattutto per gli anziani. In particolare si consiglia di limitare, durante le ore più calde, ogni tipo di attività all’aperto.

Tra oggi e domani 2 agosto situazione invariata, temporali solo sulle Alpi

Dal Centro Meteorologico di Teolo, invece, la Protezione civile di Venezia informa che anche ieri il caldo è stato molto intenso. Il disagio fisico causato dalle temperature molto elevate, è stato percepito in tutta la regione. La qualità dell’aria era comunque discreta/buona sulle zone costiere e montane, piuttosto scadente su quelle pianeggianti e pedemontane. Tra oggi e domani, purtroppo, la situazione meteo resterà invariata. Un caldo infernale incomberà su tutta l’Italia ancora per qualche giorno, mentre qualche temporale pomeridiano colpirà soltanto il fronte ovest delle Alpi.

Via