Caldo record in Alaska

Caldo record in Alaska, a Anchorage registrati 32,2°

 

Caldo record in Alaska, a Anchorage registrati 32,2°. Ebbene si, anche in Alaska la temperatura climatica ha raggiunto ondate di caldo mai viste prima. Solitamente, è considerata una delle città più fredde. In questo periodo, però, anche a Anchorage il caldo si è fatto sentire. La temperatura raggiunta in Alaska può essere tranquillamente paragonata ai posti più caldi, come la Florida ad esempio.

La cittadina che si trova nel Circolo Polare Artico, non aveva mai registrato una temperatura simile. Infatti, il servizio meteorologico degli Stati Uniti ha diffuso alcuni importanti dati. La temperatura più alta registrata in Alaska è stata di 29,4° Celsius. Questo dato risale al 14 giugno del 1969.

Caldo record in Alaska, circa 15° sopra la media stagionale

I 32,2° registrati a Anchorage preoccupano gli esperti. Infatti, la temperatura è circa 15° superiore rispetto alla media stagionale. La temperatura media di questo periodo dell’anno dovrebbe aggirarsi intorno ai 18°. A tal proposito, Bill Ludwig ha fornito una spiegazione all’Anchorage Daily News. Queste le sue parole:

“Queste temperature straordinariamente calde sono state provocate da un’enorme zona di alta pressione proprio sopra di noi”.

Purtroppo questo non è un evento sporadico. Infatti nel corso degli ultimi anni, la temperatura climatica del Circolo Polare Artico sta aumentando notevolmente. Dunque, secondo gli esperti questo sarebbe causato da un problema molto importante. Lo sbalzo di temperatura è legato, almeno in parte, al riscaldamento dell’Oceano Artico.

La popolazione che vive nel Circolo Polare Artico, ovviamente non è abituata a temperature così elevate. Quindi, è stato consigliato di bere molta acqua e di cercare di utilizzare indumenti più leggeri. Dunque, la temperatura della città più fredda degli Stati Uniti ha registrato temperature al di sopra della media. Questo è accaduto per tutto il mese di giugno. Gli esperti dicono che, molto probabilmente, il caldo anomalo in Alaska dovrebbe durare almeno per un’altra settimana.

Fonte foto di copertina: Pixabay

Leggi anche Scelta una zona di Roma come Silicon Valley della ricerca italiana

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Emanuela Acri

Grafica pubblicitaria, ha svolto gli studi all'Accademia di Belle Arti di Catanzaro e quella di Lecce, concludendo il percorso con il massimo dei voti. Appassionata di film horror e serie TV, collabora con alcuni siti online nella realizzazione di articoli di diversi argomenti,