Coppa Italia 2019, il trofeo lo alza la Lazio

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Coppa Italia 2019 è sbarcata a Roma, il secondo trofeo Nazionale per importanza dopo lo scudetto. Negli ultimi anni era stato in affare tra Juve, Lazio, Napoli e Milan. Tutti si attendevano anche quest’anno una finale, che coinvolgesse le squadre più blasonate del nostro campionato. Niente affatto. Quest’anno il controtendenza rispetto alle ultime edizioni, sono giunte in finale due squadre, non date tra le favorite dai bookmakers. La finale si è disputata, come di consueto a Roma, allo stadio Olimpico. A sfidarsi, la Lazio, che non ha disputato un campionato di primissimo ordine, e l’Atalanta. I bergamaschi sono la vera rivelazione della stagione. Finale e ad un passo dalla storica qualificazione, alla prossima edizione della Champions League.

Partita molto fisica ed avvincente

La partita é stata molto maschia, ricca di falli e scontri fisici. Due compagini che fanno dell’agonismo, una delle loro armi migliori. Durante la partita non ci sono state tantissime occasioni, anche se la partita è stata appassionata. L’occasione migliore è stata quella capitata all’Atalanta nel primo tempo, con il palo colto da De Roon. Al minuto 81, arriva il gol della Lazio. Calcio d’angolo e colpo di testa bellissimo di Milinkovic Savic, appena entrato dalla panchina al posto del deludente Luis Alberto.

Coppa Italia 2019 alla Lazio

É bastato il gol del serbo Milinkovic Savic, per aprire l’assegnazione della Coppa alla Lazio. Nel finale i bergamaschi sono sono buttati in avanti a testa bassa. Nessuna occasione per la Dea, che si è inevitabilmente aperta Al contropiede micidiale dei capitolini. Al novantesimo è arrivato il bellissimo gol in ripartenza di Correa. La partita di è conclusa con la festa sugli spalti dei tifosi biancocelesti, e la grande delusione di quelli atalantini. La Lazio si qualifica per la prossima edizione dell’Europa League e vince l’ennesima Coppa Italia della sua storia.

 

 

 

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24