Cuore infranto: ecco cosa dovresti sapere su questa sindrome. Cosa cambia dall’infarto?

La sindrome del cuore infranto è una condizione in cui lo stress estremo può portare al fallimento muscolare del cuore. Il fallimento è grave ma spesso a breve termine.

La maggior parte delle persone che sperimentano la sindrome del cuore infranto pensano che possano avere un attacco cardiaco, un’emergenza medica più comune causata da un’arteria coronarica bloccata.

Le due condizioni hanno sintomi simili, tra cui il dolore al torace e la respirazione corta. Tuttavia, non vi sono prove di arterie coronarie bloccate nella sindrome del cuore spezzato e la maggior parte delle persone ha un recupero completo e rapido.

Panoramica della sindrome del cuore infranto

La sindrome del cuore infranto è un problema cardiaco recentemente riconosciuto. È stato originariamente riportato nella popolazione asiatica nel 1990 e chiamato cardiomiopatia di takotsubo.

In questa condizione, il cuore è così debole che assume una forma sporgente, un rigonfiamento.

I casi sono stati segnalati in tutto il mondo e nel 1998 sono comparsi i primi rapporti di sindrome del cuore infranto negli Stati Uniti. La condizione è comunemente chiamata cardiomiopatia indotta da stress.

La causa di tale sindrome non è pienamente conosciuta. Nella maggior parte dei casi, i sintomi sono innescati da stress estremo emotivo o fisico, come il dolore intenso, la rabbia o la sorpresa.

I ricercatori ritengono che lo stress rilascia gli ormoni che “stordiscono” il cuore e influenzano la sua capacità di pompare il sangue al corpo. (Il termine “stordito” viene spesso usato per indicare che la lesione al muscolo cardiaco è solo temporanea.)

Le persone che soffrono di questa sindrome spesso hanno improvvisi dolori al torace intensi e mancanza di respiro. Questi sintomi iniziano ore dopo l’esposizione allo stress imprevisto.

Molti cercano cure di emergenza. Spesso, i pazienti che soffrono di questa sindrome sono stati precedentemente in buona salute.

Le donne hanno maggiori probabilità di avere la sindrome del cuore infranto. I ricercatori stanno cominciando a esplorare ciò che provoca questo disturbo e come diagnosticarlo e curarlo.

Le differenze tra cuore infranto e attacco d’infarto

I sintomi possono sembrare molto simili.

La maggior parte degli attacchi cardiaci sono causati da blocchi e coaguli di sangue che si formano nelle arterie coronarie, che pompano il sangue.

Se questi coaguli abbandonano il rifornimento di sangue al cuore per un periodo abbastanza lungo, le cellule muscolari del cuore possono morire lasciando il cuore con danni permanenti.

Gli attacchi cardiaci si verificano più spesso a causa della malattia coronarica.

La sindrome del cuore infranto è piuttosto diversa. La maggior parte delle persone che sperimentano tale sindrome hanno arterie coronarie normali, senza gravi blocchi o coaguli.

Le cellule del cuore sono “stordite” dagli ormoni dello stress ma non uccisi. Nella maggior parte dei casi, non c’è danno duraturo al cuore.

Poiché i sintomi sono come un attacco di cuore, è importante cercare aiuto immediatamente. Tu, e talvolta i fornitori di assistenza di emergenza, potreste non essere in grado di dire quale delle due malattie sia finché non si fa qualche accertamento.

Il dolore toracico deve essere controllato da un medico. Se pensi che tu o qualcun altro possa avere sintomi di attacco cardiaco o un attacco di cuore, non ignorarlo o sentirti imbarazzato a chiedere aiuto.

La ricerca è in corso per saperne di più sulla sindrome del cuore infranto e sulle sue cause.

I sintomi sono trattabili e la maggior parte delle persone che lo sperimentano ha un recupero completo, di solito in giorni o settimane.

Il muscolo cardiaco non è danneggiato in modo permanente, e il rischio di un ritorno della sindrome è molto basso.

Fonte

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: