Di Maio chiede risposte all’Ue sui migranti

Di Maio chiede risposte all’Ue sui migranti

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com
 

ROMA – Di Maio chiede risposte all’Ue sui migranti. Infatti il ministro degli affari esteri ha scritto quanto segue sulla sua pagina Facebook:

“Anche l’Europa deve rispondere concretamente. Non c’è tempo da perdere. E’ necessario riattivare la redistribuzione dei migranti in tutta Europa. Servono “serietà e massimo impegno. Il governo è compatto e sta lavorando per fronteggiare il fenomeno migratorio. Con il ministero dell’Interno stiamo analizzando ogni dettaglio. Abbiamo le idee chiare, non servono slogan o urla, ma bisogna agire con determinazione”.

Di Maio chiede risposte all’Ue sui migranti

L’Italia, dunque, sollecita un intervento europeo per risolvere l’emergenza migratoria e il governo sta lavorando per fronteggiare il fenomeno:

“L’esecutivo – spiega Luigi Di Maio – sta già lavorando a un piano specifico che prevede: fermare le partenze dal Paese d’origine; nuovo accordo di cooperazione migratoria: sequestrare e mettere fuori uso i gommoni; rimpatri più veloci, anche via nave e non solo in aereo; riattivare la redistribuzione dei migranti in tutta Europa; Fermare i fondi per la cooperazione se non c’è collaborazione con l’Italia”.

Il titolare della Farnesina, infine, ha sottolineato che “ci sono delle regole in Italia che vanno rispettate”. Intanto la ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, in un’intervista con il Corriere della Sera parla dei “passi obbligati” per gestire l’impatto, anche rispetto al rischio contagi, di un flusso straordinario di sbarchi autonomi di migranti economici:

“Garantiremo la tutela della salute pubblica delle nostre comunità locali, ma i migranti economici sappiano che non c’è alcuna possibilità di regolarizzazione per chi è giunto in Italia dopo l’8 marzo 2020”.

Autore dell'articolo: Elena De Lellis

Avatar