Eccesso colposo e Legittima difesa

Eccesso colposo e Legittima difesa: il Senato dice si

intopic.it feedelissimo.com  
 

Eccesso colposo e Legittima difesa. Approvato con 195 voti a favore il provvedimento tanto voluto dalla lega con l’appoggio del M5s.

Il testo: “ Sempre la sussistenza della proporzionalità tra offesa e difesa “.

“Se taluno legittimamente presente nell’abitazione altrui. O in un altro luogo di privata dimora, o nelle appartenenze di essi usa un’arma legittimamente detenuta o altro mezzo idoneo.  Al fine di difendere la propria o, altrui incolumità, i beni propri o altrui, quando non vi è desistenza e vi è pericolo di aggressione“.

Eccesso colposo e legittima difesa: la modifica degli articoli

Approvata la legge sulla legittima difesa. Il provvedimento ha avuto esito positivo con 195 voti a favore, 52 contrari e un astenuto. A consegnare in Senato il documento è stato Andrea Ostellari, senatore e presidente della Commissione.

Punto focale della legge leghista è l’articolo 1 che modifica l’articolo 52 del Codice Penale.

Ad esso, seguono le modifiche che vedono protagonista l’art.2 (votato dal PD) e l’art. 3 sulla sospensione della pena dopo il risarcimento.

La variazione importante, come si legge nel testo all’inizio, sottolinea l’introduzione della parola “SEMPRE” che sostiene come da oggi, la legittima difesa sarà sempre riconosciuta.

Il provvedimento della lega, appoggiato da M5s, Forza Italia e Fratelli d’Italia, vede il vicepremier Matteo Salvini esultare. Il ministro dice “Dalle parole ai fatti”.

Contro l’art.1 il PD che però approva l’articolo 2 su chi agisce in “stato di grave turbamento”.

In sostanza l’articolo 1 del ddl, sostiene che non è necessario che un ladro sia armato, basta anche la sola minaccia di utilizzare l’arma.

Questa nuova disposizione però, non piace all’Associazione Nazionale Magistrati che più di una volta si è dichiarata a sfavore della legge.

L’eccesso colposo e legittima difesa – la sospensione della pena, il nuovo provvedimento

L’Art. 1 disciplina la legittima difesa. L’art.2 è la modifica dell’art.55 del codice penale. Disciplina in sostanza “L’Eccesso Colposo”.

L’eccesso colposo, approvato anche dal PD, esclude la punibilità di chi ha agito per la propria salvaguardia e per quella altrui. Si dice “in condizione di grave turbamento dovuto alla gravità della situazione di pericolo”.

Poi è stata varata la riforma anche dell’art.3, che riguarda la sospensione della pena solo dopo il risarcimento. Chi ha commesso un furto in un appartamento, può ottenere una sospensione della condizionale, solo a seguito del risarcimento danni avvenuto.

Questo rende ancora più severe anche altre pene tra le quali la violazione di domicilio e il furto stesso in appartamento.

La massima pena è stata aumentata a quattro anni.  Tra l’altro il furto in abitazione, lo scippo e la rapina, sono punibili con un massimo di 7 anni di carcere.

La sanzione è stata aumentata a 2500€.

Chi viene riconosciuto in legittima difesa è esonerato dalla responsabilità civile.

L’autore del fatto, in caso di assoluzione non deve pagare nessun risarcimento.

Per eccesso colposo, sarà prevista anche l’indennità a cui segue l’estensione del  patrocinio gratuito.

In quest’ultimo caso però lo stato, può chiedere le spese anticipate. Qualora infatti la persona fosse condannata e dunque colpevole, lo stato non provvederà alla difesa gratuita. Se prosciolto le spese saranno rimborsate.

Considerando che la manovra è in fase iniziale, non si esclude che potrebbe subire le modifiche durante l’iter di approvazione.

Adesso la legge votata dal Senato è passata alla Camera. Si attende i responso.

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Stefania Di Francescantonio

Stefania Di Francescantonio