Esordio Vincenzo Nibali

Esordio 2019 di Vincenzo Nibali: “Soddisfatto, cerco la migliore condizione”

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Anche per Vincenzo Nibali è arrivato il tanto atteso esordio stagionale andato in scena ieri, domenica 24 febbraio nella prima tappa dell’ UAE Tour. Lo Squalo dello Stretto, nonché capitano del team Bahrain Merida, ha conquistato il terzo posto nella cronosquadre distanziandosi solo di nove secondi dalla Jumbo-Visma. Come ormai noto da tempo, Nibali sta partecipando all’UAE Tour proprio per tastare la sua condizione fisica in vista dei due più importanti appuntamenti stagionali a cui prenderà parte: Giro d’Italia e Tour de France. Va da sè, che per arrivare a questi appuntamenti, il corridore prenderà parte anche alle Strade Bianche e alla Milano-Sanremo dove cercherà di difendere il titolo. Prima di scoprire se Vincenzo riuscirà a conquistare il duo Giro-Tour, il messinese correrà anche la Liegi-Bastogne-Liegi.

[adrotate banner=”37″]

Esordio 2019 di Vincenzo Nibali, le parole del corridore dopo la prima tappa dell’UAE Tour

L’esordio 2019 di Vincenzo Nibali è stato molto positivo. Il suo entusiasmo era già alto durante la conferenza stampa prima della manifestazione: “Arrivo da un training camp a Tenerife con il team e sono qui per cercare la migliore condizione oltre che buone risposte in vista delle prossime gare. Qui troverò tanti corridori di primo piano e noi cercheremo di fare il meglio. Sono contento di presente in una corsa che ogni anno diventa sempre più importante”. Ad essere soddisfatto, dopo aver completato la prima tappa dell’UAE Tour  è lo stesso corridore. Lo Squalo, al termine della prova, ha rilasciato le sue prime dichiarazioni sulla tappa alla Gazzetta dello Sport. C’è da essere soddisfatti. Per me era il primo impegno stagionale, si trattava di fare sforzi violenti, intensi. Non era una prova semplice da interpretare con il vento a tratti forte che cambiava spesso direzione”.

Si tratta quindi di un esordio positivo che fa ben sperare per il proseguo della stagione visti i due grandi obbiettivi da raggiungere come Giro d’Italia e Tour de France.

Autore dell'articolo: Annamaria Sabiu