Fabio Aru: "Non sono al 100%"

Fabio Aru: “Non sono al 100%”

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Fabio Aru: “Non sono al 100%”, questa una delle affermazioni rilasciate dal Cavaliere dei Quattro Mori alla vigilia del Tour de France che prenderà il via proprio domani, sabato 29 agosto. Per il corridore del team UAE Emirates si prospetta un ruolo da co-leader per riscattarsi dagli ultimi due anni di buio.

Aru sa che questa è una stagione particolare, in seguito alla riformulazione del calendario ciclistico per via dell’emergenza sanitaria da Covid-19. Al riguardo ha spiegato: “Questa è una stagione particolare, compressa in tre mesi, molto diversa rispetto al solito vigilia. Ma tutti sono già molto preparati, il livello è decisamente alto e poi in queste settimane ho visto già tanto stress nel gruppo. Immagino che sarà un Tour tirato sin dall’inizio”.

Fabio Aru: “Non sono al 100%”, le dichiarazioni

Aru non nasconde anche il suo attuale stato di forma: “Non sono ancora al 100% e non ho grandissimi obiettivi in questo momento: voglio solo vedere a che punto sono all’inizio del Tour, perché ci sono state tante sorprese in queste prime settimane dopo la ripresa e quindi anche in una corsa così dura possono capitare varie cose. Ho fatto un po’ di gare dopo la ripresa e ho visto un livello molto alto, ma sono partito bene. Poi ho avuto una giornataccia al Lombardia e nelle ultime settimane sono stato in altura per una decina di giorni. Mi aspetto una prima settimana in cui avrò una forma inferiore rispetto agli altri: starò a vedere come va, dovrò stare attento ma c’è chi sta meglio, quindi inizierò il Tour con tranquillità”.
Al Tour con Aru ci sarà Tadej Pogacar: “Tadej è un ragazzo molto forte e ha dimostrato il suo valore, non sarà un grande problema fare bene per lui. Siamo una squadra esperta e consigli validi glieli potremmo dare. Se ci sarà l’occasione di mettermi a disposizione lo farò con molto piacere. Formolo? Non abbiamo ancora fatto la riunione di squadra e non so ancora di preciso i nostri ruoli, speriamo di fare il nostro lavoro che sarò quello di stare davanti il più possibile”, ha sottolineato Aru.

Autore dell'articolo: Annamaria Sabiu