GameStop diventerà come BlockBuster, il noto servizio di noleggio film?

GameStop diventerà come BlockBuster, il noto servizio di noleggio film?

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Chi avrebbe mai detto che le azioni di GameStop avrebbero conquistato la “vetta” di Wall Street? Eppure eccoci qui. Le azioni della società hanno guadagnato un incredibile 8,949% negli ultimi 12 mesi alla chiusura del mercato mercoledì, con gran parte di essa arrivata solo nelle ultime due settimane. Ormai le ragioni dietro gli enormi guadagni di GameStop sono ben documentate. Il titolo è stato un obiettivo importante per i venditori allo scoperto a causa del continuo passaggio alle vendite di giochi digitali. Ma all’inizio di questo mese, le azioni sono aumentate dopo che l’investitore attivista e fondatore di Chewy Ryan Cohen si è unito al consiglio di amministrazione del rivenditore di videogiochi insieme a due alleati che avevano precedentemente lavorato con lui.

La performance del titolo è finora separata dalla realtà delle sue operazioni di vendita al dettaglio che sta praticamente operando in un universo parallelo. Nel trimestre più recente, le vendite totali di GameStop sono diminuite di oltre il 30% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. I giocatori, nel frattempo, continuano a passare dall’acquisto di copie fisiche di giochi a favore dei download digitali. E il lancio dei servizi di cloud gaming rappresenta un disastro per i rivenditori di giochi tradizionali. Il motivo? Le copie digitali spesso costano meno, e sono molto più pratiche, in quanto a differenza delle copie fisiche non sono soggette ad usura nel tempo. Il gioco sarà sempre in libreria, anche tra 100 anni disponibile per il download.

Il punto forte di GameStop

GameStop ha registrato delle perdite, ma sta limitando i danni con le nuove console Xbox Series X e PlayStation 5. Questo mese GameStop ha riferito che le sue vendite sono diminuite del 3,1% su base annua, poiché il coronavirus ha costretto la chiusura dei negozi temporaneamente o definitivamente. Il rivenditore è stato anche colpito da gravi carenze di nuove console Microsoft e Sony, che sono quasi impossibili da trovare.

Un analista ottimista, Joseph Feldman del Telsey Advisory Group, afferma che la società probabilmente trarrà vantaggio dal rilascio delle console Microsoft e Sony quando saranno più prontamente disponibili, nonché dal suo bilancio sano e da quelle nuove offerte di prodotti. “Il passaggio al digitale è reale, sta accadendo, ma non sono sicuro che conquisterà completamente il settore“, ha detto Feldman a Yahoo Finance. “Le persone vogliono ancora acquistare console fisiche. Le persone vogliono ancora possedere i dischi, che sono fisici. Molte persone lo trasmettono in streaming ora, molto più di prima, ma non so che questo significhi che andrà completamente in quel modo. E se lo farà, continuerà ad essere una transizione più ampia a quello“, ha detto.

A lungo termine, GameStop deve affrontare anche una grave minaccia dal passaggio alle vendite digitali. Dal suo terzo trimestre fiscale 2019, Sony ha venduto più giochi digitali che giochi fisici, con la società che vende il 59% di titoli digitali nel secondo trimestre fiscale 2020. I giochi EA, nel frattempo, hanno affermato che il 56% dei titoli venduti erano digitali piuttosto che fisici nel 12 mesi precedenti il ​​trimestre del secondo trimestre del 2021. Inoltre gli store PlayStation e Microsoft, consentono di acquistare giochi letteralmente tramite console, senza doversi neanche alzare dal divano. Da computer, ad esempio Steam, va molto forte e vende solo copie digitali.

Il cloud gaming

Proprio di recente prende spazio anche il cloud gaming. I giochi digitali possono porre problemi unici, ovviamente. Feldman sottolinea che richiedono connessioni Internet ad alta velocità a cui alcuni lettori video semplicemente non hanno accesso. “Il punto di pressione è l’infrastruttura per questo“, ha spiegato. “Questi giochi hanno un volume piuttosto elevato in termini di dimensioni del gioco. E quindi richiede una connessione molto veloce per scaricare i giochi in tempi accettabili“. Tuttavia, l’aumento delle connessioni 5G, insieme alla Gigabit, potrebbe portare Internet ad alta velocità a più persone.

Inoltre, i giochi digitali non sono le uniche alternative a quelli fisici. Il cloud gaming consente ai giocatori di accedere e riprodurre in streaming i giochi su dispositivi che vanno dalle console di gioco a smart TV, tablet e smartphone. Puoi giocare con i videogiochi più moderni usando un latop di 10 anni fa. Alcuni di questi servizi cloud richiedono l’acquisto di versioni digitali dei giochi, mentre altri ti consentono semplicemente di giocare tramite un abbonamento. Ti ricorda un po’ come i servizi di streaming video come Netflix hanno demolito Blockbuster, giusto?

Quella società una volta era il rivenditore di noleggio di film. Ma poi Netflix è uscito con il suo servizio di streaming online, che ha dato il via a una sfilza di nuovi concorrenti. E sebbene Blockbuster offrisse il proprio servizio di streaming, semplicemente non riuscì a tenere il passo e dichiarò bancarotta nel 2010.

Via

Fonte immagine copertina: Pixabay

Autore dell'articolo: Francesco Menna

Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com