Miscelare i vaccini contro il Covid-19 aumenta l'efficienza?

La Germania raccomanda di non usare il vaccino Oxford contro il Covid-19 sugli over 65

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Le autorità tedesche hanno raccomandato che il vaccino contro il coronavirus Oxford/AstraZeneca non dovrebbe essere utilizzato su persone di età pari o superiore a 65 anni. La motivazione sarebbe quella di una mancanza di dati. AstraZeneca e gli sviluppatori del vaccino hanno costantemente affermato che è sicuro per l’uso sugli anziani. La Public Health England ha affermato giovedì che il vaccino ha fornito risposte immunitarie rassicuranti nelle persone anziane. Nonostante ciò i dati risultavano un po’ frammentari.

Tuttavia, l’agenzia tedesca per il controllo delle malattie, il Robert Koch Institute, ha affermato che non c’erano dati sufficienti per giudicare l’efficacia del vaccino per le persone di età superiore ai 65 anni. Per questo motivo, poteva raccomandare di utilizzare il vaccino solo su persone di età compresa tra 18 e 64 anni. Un comitato consultivo dell’RKI ha affermato che sotto tutti gli altri aspetti il ​​vaccino AstraZeneca era “altrettanto adatto” come quelli prodotti da Pfizer/BioNTech e Moderna.

Vaccino Oxford Covid-19 da non usare sugli over 65?

La raccomandazione è arrivata alla vigilia di una sentenza dell’Agenzia europea per i medicinali (EMA) sul vaccino prodotta da AstraZeneca, una società farmaceutica britannico-svedese. Boris Johnson, il primo ministro del Regno Unito, ha dichiarato: “Questa è una decisione tedesca locale e l’EMA, a quanto ho capito, la approverà per uso generale e penso che sia una cosa molto ragionevole dell’EMA, perché questo è il vaccino il nostro MHRA ha detto che produce una risposta immunitaria in tutte le fasce d’età, come un buon vaccino, quindi ne sono fiducioso“.

Il ministro della salute tedesco, Jens Spahn, aveva indicato in precedenza che stava valutando la possibilità di modificare l’elenco delle priorità per il vaccino AstraZeneca. La proposta consiste nell’iniziare con i giovani con condizioni preesistenti o il personale medico piuttosto che gli anziani. Questa settimana un portavoce dell’Università di Oxford, che lo ha sviluppato, ha affermato che gli studi clinici hanno mostrato risposte immunitarie simili negli adulti più giovani e più anziani. Ciò significa un buon profilo di sicurezza e un’elevata efficacia nei giovani adulti.

Anche se c’erano meno dati sugli anziani coinvolti negli studi, il team ha affermato che i primi dati erano promettenti. “I dati preliminari di efficacia negli anziani supportano l’importanza di questo vaccino per l’uso in questa popolazione”, hanno detto.

Via

Fonte immagine copertina: Pixabay

Autore dell'articolo: Francesco Menna

Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com