Gay Pride: a Milano l'onda arcobaleno invade il centro

Gay Pride: a Milano l’onda arcobaleno invade il centro

Un fiume di striscioni e bandiere multicolori ha investito anche Milano, ieri al Gay Pride. Da piazza Duca d’Aosta fino a Porta Venezia, l’Onda coloratissima e festosa ha attraversato il centro della città: “Diritti senza confini”, recitava lo slogan dello striscione di apertura. Al corteo hanno partecipato in 50 mila, fra loro le insegne del Cgl e del Pd milanese, dell’Arcigay, del Coordinamento Arcobaleno Milano, del Movimento 5 stelle e di Rifondazione comunista. Presenti alla manifestazione anche alcuni rappresentanti di Women’s March – l’associazione femminista che organizzò la marcia dopo l’elezione di Donald Trump a Washington – e di Microsoft.

Beppe Sala al Gay Pride: “sono felice di sentire il vostro calore’

In marcia anche Beppe Sala, sindaco di Milano. Le domande dei giornalisti che hanno seguito la manifestazione, inevitabili: “Non commento – ha risposto sulla vicenda che lo vede coinvolto nell’inchiesta sulla Piastra dei servizi di Expo – la mia decisione l’ho presa e confermo che andrò avanti. Sarò totalmente concentrato sul governo della mia città, su questo punto i milanesi possono stare tranquilli”. Ha proseguito poi il suo discorso dal palco in piazza Oberdan: “Oggi sentivo il bisogno di essere presente qui, per  sentire il vostro calore, la vostra stima e la vostra amicizia. Un grande regalo da parte vostra. Grazie – ha proseguito – io sono con voi, felicissimo di essere il vostro sindaco. E l’anno prossimo voglio tornare ancora qui, per raccontarvi i risultati ottenuti nelle cose pratiche insieme alla mia giunta”.

Milano sempre una guida per i diritti, tra le città più importanti al mondo

Sul palco allestito a Porta Venezia per il Gay Pride, tra gli applausi del pubblico, Leonardo (uno dei componenti del Coordinamento arcobaleno) ha ricordato Stefano Rodotà, il giurista morto ieri a Roma. E Beppe Sala ha poi aggiunto: “Milano, lo prometto, sarà sempre una guida per i diritti tra le città italiane e internazionali, sempre impegnati nell’intento di fare da stimolo al nostro governo. Dimostrare quanta gente crede nei nostri valori, è importante”.

Via

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
   

Autore dell'articolo: Rosa Pullano