Energia, Gelmini “Lunedì arriverà provvedimento, non paghiamo in rubli” Energia, Gelmini “Lunedì arriverà provvedimento, non paghiamo in rubli” di Italpress ROMA (ITALPRESS) - "Non ci dobbiamo far spaventare dalle minacce di Putin sul gas. Accanto al lavoro internazionale che stiamo facendo per diversificare i rifornimenti, il governo lunedì approverà un provvedimento sull'energia che andrà nella direzione di una drastica semplificazione per quanto riguarda le fonti rinnovabili, ma anche i rigassificatori, con un coinvolgimento importante dei governatori. Stiamo costruendo un pacchetto di misure per difendere la nostra economia e per non interrompere la catena delle produzioni". Lo ha detto Mariastella Gelmini, ministro per gli Affari regionali e le autonomie, intervenendo a "Tg2Post", su Rai2. "La mossa di Putin sa di minaccia e ricatto, la scelta di non cedere al ricatto è quella giusta. Non siamo disponibili a pagare il gas in rubli, il Governo sta firmando contratti con altri paesi, vogliamo renderci autonomi rispetto alla Federazione russa", ha aggiunto.

Gelmini esulta per il Pnrr

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

ROMA – Gelmini esulta per il Pnrr. Queste le parole della ministra per gli Affari regionali e le Autonomie sul Piano nazionale di ripresa e resilienza:

“Ho sempre pensato che nella vita i grandi obiettivi si raggiungano a piccoli passi. Oggi però l’Italia è chiamata ad una prova di forza, di coraggio e di progettualità senza precedenti. Oggi il nostro Paese è chiamato a fare uno scatto in avanti per costruire un’Italia più moderna, più competitiva e all’altezza delle ambizioni dei più giovani. Gli oltre duecento miliardi del Piano nazionale di ripresa e resilienza appartengono a tutti gli italiani e in particolare ai nostri figli. Ed è per loro che dobbiamo cogliere l’opportunità del Recovery Fund per lavorare all’Italia di domani”.

Gelmini esulta per il Pnrr

Poi la ministra Mariastella Gelmini aggiunge: “Per vincere questa sfida però è fondamentale il coinvolgimento attivo dei territori. Regioni, Comuni e Province avranno un ruolo centrale nell’attuazione del Piano e farò in modo che vengano coinvolti in ogni fase. Duecento miliardi di euro sono un’occasione storica per il futuro dell’Italia e serve la collaborazione di tutti”.

Dal fronte Italia Viva, invece, Teresa Bellanova chiede “sostegno alle donne e politiche attive, con l’obiettivo di mettere in campo di una tastiera ampia e flessibile, capace di rispondere pienamente ai bisogni delle donne e al diritto di una totale conciliazione vita-lavoro. Piena occupazione, servizi per le famiglie, incentivi al lavoro femminile, pari dignità e pari opportunità devono essere gli obiettivi irrinunciabili del tempo che inauguriamo con l’attuazione del Pnrr”.

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24