Geni umani nelle scimmie: il nuovo esperimento cinese

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Cinque scimmie sono nate attraverso la tecnica della clonazione e nel loro Dna sono stati trasferiti dei geni umani.

È avvenuto in Cina, presso il Kunming Institute of Zoology. Il genetista Bing Su ha diretto l’esperimento.

Geni umani impiantati nei primati: l’esperimento

Cinque scimmie, appartenenti alla specie Macaca mulatta, sono nate tramite clonazione.

Il genetista Bing Su, del Kunming Institute of Zoology, ha utilizzato la tecnica Crispr. Lo scienziato avrebbe trasferito alcuni geni che controllano lo sviluppo del cervello umano direttamente nel Dna dei primati.

Geni umani nelle scimmie, aspettative e risultati

I ricercatori cinesi credevano di poter constatare un aumento delle dimensioni del cervello nei primati transgenici. In realtà, le dimensioni del cervello, sviluppatosi in tempi più lunghi nella media dei primati, sono risultate identiche a quelle delle altre scimmie.

Tuttavia, le scimmiette transgeniche hanno riportato risultati superiori alla media dei primati normali in alcuni test cognitivi di memoria.

La rivista cinese National Science Review ha descritto l’esperimento riportandone gli effettivi risultati.

Geni umani nelle scimmie, obiettivo dell’esperimento e dubbi di natura etica

A dire la verità il genetista Bing Su ha ammesso di aver condotto l’esperimento per comprendere l’evoluzione della cognizione umana, ma il suo tentativo ha ricevuto diverse critiche da parte dell’Occidente.

In particolare lo stesso Carlo Alberto Redi, genetista presso l’Università di Pavia, ha sollevato dubbi di natura etica circa l’esperimenti condotto in Cina.

“Non si possono umanizzare i primati”, avrebbe affermato il genetista italiano. Inoltre, Redi avrebbe proposto un’alternativa per raggiungere l’importante obiettivo della conoscenza delle diverse aree del cervello umano, ovvero l’utilizzo degli organoidi.

Affinchè gli organoidi risultano molto simili agli organi umani e consentirebbero agli scienziati di studiare il funzionamento dell’organismo e del sistema immunitario nel suo complesso.

Lo scorso gennaio un esperimento simile a quello di Bing Su produsse cloni di scimmia caratterizzati da un gene umano legato all’autismo. Un tipo di trattamento assolutamente vietato nell’Occidente.

La scienza, spesso, nel perseguire i suoi obiettivi, si scontra con problemi di natura etica.

 

 

Per favore supportaci e metti mi piace!!

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24

Avatar