GP Arabia Saudita, F1: a Perez la pole, Ferrari subito dietro

GP Arabia Saudita, F1: a Perez la pole, Ferrari subito dietro

 

Il pilota della Red Bull Racing Sergio Perez ha conquistato la pole position per il Gran Premio dell’Arabia Saudita in una sessione di qualifiche che è stata interrotta per un lungo periodo dalla bandiera rossa a causa del grave incidente di Mick Schumacher su Haas.

La prima sessione di qualifiche è iniziata con un periodo di bandiera rossa quando il pilota della Williams Nicholas Latifi è andato a muro. Il canadese ha dichiarato di aver perso il posteriore in curva 13. Dopo la breve pausa, l’azione è proseguita a Gedda con i piloti desiderosi di fare giri veloci, sapendo quanto possano essere difficili le condizioni della pista a causa del traffico e delle strette (per non dire inesistenti) vie di fuga della pista.

La sessione ha visto Lewis Hamilton essere eliminato già nel Q1 non essendo riuscito ad andare oltre il 16° posto. Nonostante il britannico abbia fatto una serie di giri veloci negli ultimi minuti della sessione, il sette volte iridato non è riuscito ad assicurarsi un posto nella parte centrale del gruppo.

Perez in pole: sintesi delle qualifiche

Gli altri piloti eliminati nel Q1 sono stati Alexander Albon, Nico Hulkenberg, Nicholas Latifi e Yuki Tsunoda, che è stato confinato ai box per tutta la sessione con un sospetto problema legato al carburante. La seconda sessione ha visto il pilota della Haas Mick Schumacher coinvolto in un spaventoso incidente ad alta velocità a metà della Q2. La violenza dell’impatto ha provocato una lunga bandiera rossa. La valutazione al Medical Center non ha rivelato ferite, ma il tedesco di origine svizzera è stato trasferito al King Fahad Armed Forces Hospital di Gedda per controlli precauzionali.

Dopo la ripresa della sessione tutti i piloti avevano fretta di scendere in pista. Alla fine, Carlos Sainz ha registrato il giro più veloce con un nuovo record del fine settimana di 1:28.686, davanti al suo compagno di squadra Leclerc e ai piloti della Red Bull.

La McLaren ha mostrato una prestazione decisamente migliore rispetto a quanto visto in Bahrain. Tuttavia non non è stato ancora sufficiente per entrare nel Q3. Lando Norris e Daniel Ricciardo partiranno rispettivamente 11° e 12 °.

Gli altri tre piloti che non sono riusciti a superare la Q2 sono stati Zhou Guanyu dell’Alfa Romeo, Schumacher e Lance Stroll dell’Aston Martin. I piloti Ferrari sono stati velocissimi dopo i primi giri nela Q3. Nel frattempo, Verstappen non ha trovato grip sul suo primo treno di gomme morbide, ottenendo solo il sesto posto al suo primo giro veloce.
Negli ultimi minuti della sessione, Leclerc ha fatto un altro giro magico per saltare in cima alla classifica. Tuttavia per soli 25 millesimi, Perez è riuscito a soffiare la pole al monegasco. La Ferrari si deve accontentare della seconda e terza posizione in griglia. È stata la prima pole in carriera per Perez, che è diventato anche il primo messicano a conquistare la pole in Formula 1.

Verstappen è riuscito a migliorare con il suo secondo tentativo ma si è dovuto accontentare della quarta posizione subito dietro le due Ferrari e il suo compagno di squadre.

La classifica con i tempi

Pos. No. Driver Car Q1 Q2 Q3 Laps
1 11 Sergio Perez Red Bull Racing Rbpt 1:29.705 1:28.924 1:28.200 20
2 16 Charles Leclerc Ferrari 1:29.039 1:28.780 1:28.225 22
3 55 Carlos Sainz Ferrari 1:28.855 1:28.686 1:28.402 23
4 1 Max Verstappen Red Bull Racing Rbpt 1:28.928 1:28.945 1:28.461 22
5 31 Esteban Ocon Alpine Renault 1:30.093 1:29.584 1:29.068 19
6 63 George Russell Mercedes 1:29.680 1:29.618 1:29.104 21
7 14 Fernando Alonso Alpine Renault 1:29.978 1:29.295 1:29.147 20
8 77 Valtteri Bottas Alfa Romeo Ferrari 1:29.683 1:29.404 1:29.183 22
9 10 Pierre Gasly Alphatauri Rbpt 1:29.891 1:29.418 1:29.254 22
10 20 Kevin Magnussen Haas Ferrari 1:29.831 1:29.546 1:29.588 24
11 4 Lando Norris Mclaren Mercedes 1:29.957 1:29.651 16
12 3 Daniel Ricciardo Mclaren Mercedes 1:30.009 1:29.773 17
13 24 Zhou Guanyu Alfa Romeo Ferrari 1:29.978 1:29.819 17
14 47 Mick Schumacher Haas Ferrari 1:30.167 1:29.920 13
15 18 Lance Stroll Aston Martin Aramco Mercedes 1:30.256 1:31.009 15
16 44 Lewis Hamilton Mercedes 1:30.343 11
17 23 Alexander Albon Williams Mercedes 1:30.492 9
18 27 Nico Hulkenberg Aston Martin Aramco Mercedes 1:30.543 10
19 6 Nicholas Latifi Williams Mercedes 1:31.817 4
RT 22 Yuki Tsunoda Alphatauri Rbpt 2

Fonte immagine copertina: Red Bull Content Pool

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Francesco Menna

Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com