Grandissimo Cagliari

Grandissimo Cagliari, i rossoblu in marcia Champions

intopic.it feedelissimo.com  
 

Grandissimo Cagliari quello che ha battuto la Fiorentina. Risultato finale di 5 a 2 per i rossoblù padroni di casa. Gara mai in discussione con gli isolani che hanno giocato una splendida partita. A tratti il Cagliari appare essere una grandissima squadra, con un gioco fluido e uno-due tocchi di palla. Tante occasioni da gol create e difesa dei viola sempre sotto pressione. Maran ha messo in campo una squadra convinta dei propri mezzi, in grado di annientare la squadra di Montella. Il tecnico napoletano ha provato a giocare a viso aperto, ma la sua compagine è stata schiantata da un Cagliari davvero superiore.

Grandissimo Cagliari, la partita

I rossoblù partono bene e sbloccano con Rog, dopo una sorta di Tiki Taka veloce e preciso. Arriva anche il raddoppio con un bel colpo di testa di Fabio Pisacane. La Viola prova a reagire, ma sono sempre i sardi a far gol con un colpo di tacco dell’ex Simeone. Pubblico in estasi e squadra che rientra negli spogliatoi tra gli applausi del pubblico. Primo tempo da incorniciare, gioco fluido, veloce, bello ed efficace. Squadra compatta e sempre pronta a colpire e far male, ad una Fiorentina a tratti confusa e fuori fase.

Cagliari – Fiorentina la ripresa

Nel secondo tempo i viola partono forte e cercano di recuperare, ma sono i rossoblù a segnare ancora. Il quarto gol arriva con Joao Pedro, in contropiede dopo un assist molto bello di Nainggolan. Radja si ripete e mette a segno il quinto gol, con una bomba da fuori aria che si spegne all’incrocio dei pali. Applausi a scena aperta, anche nel momento della sua sostituzione, quando arriva una standing ovation. La partita non finisce, la Fiorentina infatti dopo aver fatto alcune sostituzioni, trova due gol con Vlahovic, giovane attaccante con un gran futuro davanti a se. Al triplice fischio grande entusiasmo del pubblico rossoblù, e applausi per tutti.

Il tecnico Maran nel post-partita commenta così:

“Siamo partiti bene, con l’intensità e la ferocia giusta. Abbiamo ancora dimostrato di avere ambizione, voglia e di volerci sacrificare. Sono dettagli che ti portano ad essere ancora più consapevoli del tuo valore e che niente viene per caso. Oggi siamo stati bravi, la vittoria è arrivata attraverso il gioco, il modo di stare in campo, l’organizzazione. Ci siamo divertiti e anche io mi sono divertito a veder giocare la squadra. È stata una bella pagina da sfogliare, non deve mai mancare questa voglia di stupire, di crescere”.

“Continuiamo come stiamo facendo, senza proclami. Cavalchiamo l’entusiasmo che ci circonda ma se iniziamo a pensare di rallentare, di essere più forti degli altri commetteremo un errore gravissimo. I ragazzi stanno dimostrando ogni giorno in allenamento una grande voglia di crescere e di superarsi. Per la nostra Società è l’anno del Centenario, viviamo l’avvenimento non come un peso o una responsabilità, ma come una opportunità, un impulso a fare sempre meglio”.

 

 

 

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
     
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Marco Tavolacci

Marco Tavolacci
Nato a Cagliari il 12.08.1975, assistente Capo della Polizia di Stato. Amo scrivere e ho pubblicato un romanzo intitolato " La vita attraverso". Amo inoltre lo sport, il calcio in modo particolare, la musica, soprattutto heavy metal, il mare ed il sole. Esperto di calcio e cronaca