Hamilton eguaglia Schumacher

Hamilton alla Ferrari? Il pilota spiega il suo no a Maranello

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Hamilton alla Ferrari? La risposta è no, non vedremo il pilota britannico guidare la monoposto di Maranello. Le motivazioni sono varie e non legate solo al fatto che la Ferrari ha sposato la linea giovane con Charles Leclerc Il pilota dalla prossima stagione sarà affiancato da Carlos Sainz junior, scelto come erede del tedesco Vettel che andrà via dalla rossa al termine della stagione in corso.

In un’intervista al magazine GQ è lo stesso Hamilton a spiegare perchè il suo futuro non sarà legato a Maranello.

Hamilton alla Ferrari? Le dichiarazioni del britannico

Sul futuro di Hamilton ci sono ancora dei dubbi. Rinnoverà il contratto con la Mercedes? Il punto fermo resta che non lo vedremo alla guida della Ferrari. Al riguardo ha spiegato: “Sono sempre stato un fan della Ferrari. Ho visto Michael Schumacher vincere lì. Ricordo che una delle prime auto che ho comprato è stata una Ferrari. Penso che sia una squadra e un marchio estremamente iconico, immagino che ogni pilota abbia sognato come sarebbe stato sedersi nell’abitacolo rosso, ma nella mia epoca ci sono state cose che ho visto nelle quali non vedo necessariamente rispecchiati i miei valori ed il mio approccio”.

Il pilota britannico che ha vinto il titolo mondiale anche di questa stagione quasi giunta al termine, ha aggiunto: “Non voglio mancare di rispetto alla Ferrari, ma quando mi ritirerò voglio lavorare con Mercedes per aiutarli ad essere ancora migliori nel mondo esterno”.

Per Hamilton si tratta del sesto mondiale vinto nelle ultime sette stagioni, il quarto consecutivo. Questo titolo gli ha permesso di eguagliare il record di Michael Schumacher con sette titoli iridati. Hamilton però  ha sopravanzato Schumacher come numero di Gran Premi vinti in carriera. Nello specifico ha superato la quota di 91 fissata da Schumi.

Non resta quindi che attendere per capire quale sarà il futuro del britannico.

Autore dell'articolo: Chiarella Serra