Harry Potter

I libri di Harry Potter messi al bando: “Evocano gli spiriti maligni”

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

In una scuola privata del Tennessee sarebbero stati messi al bando i libri della saga di Harry Potter, rei secondo il direttore scolastico di “evocare gli spiriti maligni”.

Sembra una vera e propria caccia alle streghe quella attuata dalla St. Edward Catholic School di Nashville, il cui pastore avrebbe ritenuto necessario bandire i libri di Harry Potter. “Questi libri presentano la magia sia in bene che in male, il che non è vero, in realtà è un inganno intelligente”, ha fatto sapere l’uomo in una nota ufficiale diffusa tra i genitori, avvisandoli che nessuno degli studenti avrebbe avuto accesso nella scuola alla fortuna saga di J.K. Rowling.

Harry Potter bandito da una scuola in Tennessee

Non è la prima volta che il maghetto creato dalla Rowling si attiri contro l’antipatia delle comunità religiose. Addirittura in una lettera diffusa dalla Repubblica qualche anno fa sarebbe stato proprio Josef Ratzinger, allora cardinale, a prendersela con la saga della scrittrice inglese:

“È un bene che lei illumini la gente su Harry Potter, perché si tratta di subdole seduzioni, che agiscono inconsciamente distorcendo profondamente la cristianità nell’anima, prima che possa crescere propriamente.”

Adesso a destare scandalo è la notizia che misure simili sono state prese da una famosa scuola del Tennesse, alla cui biblioteca pubblica non si troverà più nessuno libro di Harry Potter. Stando a quanto riportato da Il Fatto Quotidiano, la sovrintendenza di Nashville si è assicurata che sia nelle piene facoltà della scuola agire in questo modo. Il sovrintende avrebbe sottolineato che la misura sarebbe stata presa: “Per assicurarci che ciò che mettiamo nelle nostre biblioteche scolastiche sia materiale adatto all’età per le nostre classi.”

Insomma, nonostante la saga del maghetto abbia venduto oltre 500 milioni di copie in tutto il mondo, e resti tuttora uno dei libri più amati dai bambini e dai loro genitori, sono ancora tante le polemiche in atto.

Fonte Foto: Facebook

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24