HealtCare e Salute 2019: l'AI al nostro fianco.

HealtCare e Salute 2019: l’AI al nostro fianco.

intopic.it feedelissimo.com  
 

Anteprime dalla conferenza stampa di Living in Digital Times al CES ci offre una panoramica su HealtCare e salute per il 2019; Pensando prevalentemente a chi si occupa di gestire pazienti con patologie non guaribili, al fine di aiutare gli stessi a migliorarne la qualità di vita dei loro assistiti.

HealtCare e Salute – Las Vegas – Alla conferenza stampa di Living in Digital Times al CES 2019, abbiamo visto un’anteprima delle tendenze tecnologiche  che vivremo nel 2019. Dai prodotti per la salute digitali alla tecnologia per bambini sotto forma di giocattoli a scopi educativi.

Il settore tecnologico dello “lifestyle”,  è cresciuto considerevolmente in quanto le persone sono maggiormente a loro agio aiutate dalla tecnologia nella loro vita quotidiana; Si va dal vivere la propria vita attraverso le app per smartphone fino ad arrivare a dispositivi indossabili che monitorano i passi fatti e la frequenza cardiaca.

Questa crescita è destinata ad aumentare nel 2019 quando la tecnologia comincia a raggiungere aree della nostra vita che finora sono sfuggite a soluzioni tecnologiche, come spiegato dai relatori presenti alla conferenza stampa.

Caregiver, identifica studi e progetti per coloro che avranno bisogno di monitorare e curare malati come ad esempio pazienti con Alzheimer, grazie all’intelligenza artificiale: vi saranno innovazioni significative per HealtCare e Salute.

1 – ElderTech
La prima cosa che è stata discussa è stata il miglioramento della tecnologia nella salute rispetto allo scorso anno. Dato di fatto, che ad oggi una malattia molto rilevante come l’Alzheimer, e stata oggetto di particolare attenzione, poiché i costi associati a questa patologia dovrebbero salire nel prossimo decennio, raggiungendo 1 trilione di dollari entro il 2030.

L’attenzione per diverse start-up è sul caregiver, studiato e progettato per coloro che avranno bisogno di monitorare e curare i bisogni dei malati di Alzheimer.

Lo sviluppo di sistemi VR che simulano le esperienze vissute dai malati di Alzheimer è di particolare interesse, poiché fa parte di una ricerca molto ampia e complessa che si sta svolgendo da molti anni.

Il CEO di MobileHelp, Rob Flippo, ha discusso LifePod, un caregiver virtuale che interagisce in modo pro-attivo con l’utente, in grado di fornire tutto il necessario per migliorare la qualità della vita dei malati, dalla socializzazione simulata, al monitoraggio di una potenziale crisi di salute rilevabile nella sua stessa voce. Un innovazione che Eric White, amministratore delegato di Miku, società denominata “BabyTech“, ha sviluppato per monitorare i bambini nelle loro culle.

Entrambe, garantiscono di essere in grado di avvisare l’utente di condizioni potenzialmente pericolose prima che gli stessi pazienti possano addirittura esserne a conoscenza, cosa fondamentale per il mantenimento dello stato di salute.

2 – VoiceTech
E la tecnologia che sfrutta i progressi nel riconoscimento vocale ed è una tendenza significativa per il 2019. Diverse aziende tra cui MobileHelp e Miku, stanno unendo il riconoscimento vocale e l’intelligenza artificiale per fornire compagnia agli anziani e ai giovani, stimolando il loro cervello a sviluppare in modo autonomo capacità mentali tali da arrestare il loro declino migliorando aspettativa e qualità di vita.

via

 

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24

Avatar