Horus Black

HORUS BLACK: il suo “Simply” segna un punto

intopic.it feedelissimo.com  
 

Horus Black: il suo “Simply” segna un punto

Sacerdotale in qualche modo. Solenne in questo nuovo video “Lonely Melody“.

Didattico in quasi ogni parte del disco che rispolvera con estrema cura e attenzione il costume di quegli anni ’50 americani, di grandi anelli alle dita e sfarzi negli abiti, ma anche di quelle mille sfumature che aveva il Rock ‘n’ Roll che da Elvis Presley a Gene Vincent passava per le orchestrine di Doo-wop piuttosto che nelle lisergiche melodie di bel canto proprio come in questo nuovo singolo di lancio.

Ed ai nostri Luigi Tenco piuttosto che Zucchero che da tutto questo scenario sembrano attingere a piene mani, aggiungiamo il giovanissimo Riccardo Sechi e il suo alter ego Horus Black che fa il suo esordio con un disco fuori dal tempo e dalla misura elettronica di oggi.

Facciamo un passo indietro con “Simply” e non diamo mai nulla per scontato, dai suoni agli arrangiamenti.

Credo sia davvero difficile poter replicare uno scenario come questo, oggi soprattutto…

Eppure questo disco non lascia vie di fuga.

Suoni moderni, su arazzi di stagioni preziose.

Play it Loud.

Horus Black: l’intervista

Ci piace molto questo disco, complimenti. Una ricetta semplice, acqua e sapone nonostante un suono e un arrangiamento assai articolato. Ma soprattutto un cliché “antico” e ben conosciuto. Da dove nasce tutta questa formula vincente?
Nasce dalla volontà di creare un album che ispirandosi al rock’n’roll di altri tempi, guardi anche al presente.

Ascoltando tutto il disco ti chiedo: farina del tuo sacco? Oppure cosa è stato frutto di altre mani? Quanto ti sei dovuto affidare e quanto invece hai dettato regole e modus operandi?
I pezzi sono stati scritti musicalmente da me e mio padre, io mi sono poi occupato dei testi.

Mentre gli arrangiamenti sono frutto prevalentemente del lavoro fatto in preproduzione.

Ascoltando il disco oggi, ti rivedi? Qualcosa da cambiare c’è? Qualcosa che non rifaresti più? Oppure magicamente tutto collima con quello che avevi in testa?
Direi che tutto collima, anche se ho già pronti molti altri pezzi che hanno subito quella che si può chiamare un’evoluzione della scrittura e che sono ansioso di poter registrare.

Dal vivo Horus Black che spettacolo porta avanti? Parlando di abiti? In scena sali sempre ben curato come in video?
Sì, anche dal vivo curo molto il look, con vestiti vistosi, tra cui uno realizzato su misura e da me ideato.

Prossimi step?
Promuovere la mia musica cercando di far più live possibile e, quando ce ne sarà la possibilità, registrare atri album.

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Marco Vittoria