I 5 ingredienti per alimentare il proprio entusiasmo

I 5 ingredienti per alimentare il proprio entusiasmo

intopic.it feedelissimo.com  
 

La parola entusiasmo viene dal greco enthūsiasmós: “en” dentro, “thèos” Dio, ovvero avere un Dio dentro di sé.

Direi che è una parola meravigliosa. Io definisco l’entusiasmo come “il carburante che ci spinge verso i nostri obiettivi, e nel farlo, si rinnova e si rinvigorisce”. Una sorte di meccanismo a spirale che si autoalimenta.

Spesso entusiasmo e motivazione vanno a braccetto e sono due colonne portanti per realizzare i nostri progetti, ma non è detto che siano per forza legati.

Si potrebbe essere motivati a fare qualcosa sulla scorta di una paura, e quindi difficilmente la si farebbe con l’entusiasmo che ci scorre nelle vene.

Vorrei aprire una piccola parentesi sulla motivazione, argomento già trattato su queste pagine. Chi invece mi segue anche sul mio blog già conosce il mio parere su questo argomento.

I “motivatori”, quelli che ti danno la carica, a me non piacciono molto. Il motivo è semplice, non ti danno strumenti tangibili per poter superare gli ostacoli che si incontrano. La sola motivazione non è sufficiente.

Essi, riescono a darti una carica momentanea, “iniettandoti” un entusiasmo che brucia più velocemente di un foglio di carta in un camino, ma non conoscono la maniera di renderti indipendente donandoti quelle capacità che successivamente ti saranno di aiuto.

Una cosa è motivarsi in maniera indotta e superare degli ostacoli sulla scorta della momentanea forza acquisita, un’altra cosa è avere una motivazione intrinseca generata dal sapere cosa fare per fronteggiare le avversità. In questo caso si arriva ad avere un sano e duraturo entusiasmo per la sfida vinta.

Ma come possiamo essere sempre entusiasti?

Quando affrontiamo una sfida, potrebbero verificarsi le due seguenti condizioni:

1.       Iniziamo con tanto entusiasmo spinti proprio dalla voglia di realizzare questo nuovo progetto, ma poi, dopo i primi immediati risultati, non sappiamo proseguire per portare a termine l’opera per mancanza di una strategia adeguata. Il nostro entusiasmo, al pari della motivazione, va giù.

2.       Sulla carta abbiamo costruito un meraviglioso progetto per conseguire il nostro obiettivo, ed il nostro entusiasmo è alle stelle. Appena dobbiamo iniziare, non abbiamo la minima idea di come e dove cominciare. Anche in questo caso, il nostro entusiasmo si scioglie come neve al sole.

Nel primo caso non sapevamo cosa fare ma abbiamo iniziato, impattando poi sulla incapacità strategica. Nel secondo caso abbiamo progettato tutto meravigliosamente per poi impattare sull’incapacità ad agire.

Sono condizioni che si verificano puntualmente ogniqualvolta si pensa che sia sufficiente l’entusiasmo per superare gli ostacoli, oppure quando ci si alimenta di quella falsa motivazione indotta che è un po’ come mettere la carrozzeria di una Lamborghini ad una qualsiasi utilitaria ed aspettarsi che vada veloce.

Credo che almeno una volta nella vita sia capitato a tutti di voler fare qualcosa e perdere il proprio entusiasmo a causa di fattori non calcolati che si sono puntualmente presentati.

Tutto normale. Devi sapere che, per raggiungere i tuoi obiettivi e far si che l’entusiasmo non vada scemando, devi necessariamente rispettare delle condizioni che ti garantiscono il successo.

I 5 ingredienti per un sano entusiasmo:

  • Fattibilità: devi avere le capacità per poter adempiere ai compiti che devi assolvere, e devi avere le giuste risorse economiche e di tempo da dedicargli.
  • Temporizzazione: devi avere delle scadenze ben precise che ti consentono di rispettare gli step necessari per arrivare alla meta.
  • Chiarezza: quello che vuoi fare deve essere chiaro sia in termini di cosa vuoi, sia in termini di come e cosa farai per ottenerlo.
  • Rispetto: qualunque sia il tuo progetto, deve essere etico sotto tutti i punti di vista.
  • Sfidante: se quel che fai è troppo semplice per le tue capacità, rischi di annoiarti e perdere l’entusiasmo. Un po’ di difficoltà mette il giusto sale sulla coda.

L’entusiasmo come dicevo in apertura di articolo è come una benzina, se usata bene è il propellente che ci consente di riuscire in tutto ciò che vogliamo, ma ricordate che, se usata in eccesso o in maniera sconsiderata rischia di farci apparire come degli esagitati.

In conclusione, l’entusiasmo lo puoi trovare e ritrovare solo attraverso l’azione, perché è attraverso il fare che l’essere umano si sente appagato e trova il suo contatto con la felicità.

Qualora vorresti approfondire l’argomento, o volessi capire meglio in che maniera il Coaching può farti aumentare le tue performance, contattami via e-mail per avere delucidazioni, o prenota una sessione gratuita di Coaching cliccando qui, altrimenti puoi visitare la mia pagina Facebook.

Massimiliano Cilli Performance Enhancer Coach

Fonte Fonto copertina: Pixabay

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
     
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Massimiliano Cilli

Massimiliano Cilli
Mental Coach, Formatore e Consulente. Sostenitore dell’importanza della crescita personale come strumento per vivere una vita felice e consapevole, ha iniziato la sua carriera come imprenditore curando start up sia in Italia che all’estero. Dal 2005 si dedica a tempo pieno alla formazione, al Coaching ed alla consulenza avendo tra l’altro conseguito un master in comunicazione, consulenza e Coaching strategico presso il Centro di terapia Strategica di Arezzo condotto dal professor Giorgio Nardone. Partendo dall'assunto che tutti siamo unici ed irripetibili, offre soluzioni uniche, che come abiti sartoriali calzano alle difficoltà da risolvere piuttosto che offrire soluzioni standard alle quali il cliente dovrebbe adattare la sua problematica. Opera maggiormente in Italia ed a Singapore.