Il Ministro Fedeli : “Scuole aperte anche d’estate”

Questa la proposta del ministro Fedeli per aiutare i genitori , che in centinaia hanno scritto per chiedere aiuto.

La ministra ha deciso di sostenere le richieste iniziando a elaborare una bozza del piano che dovrebbe essere pronta subito dopo l’estate, per essere annunciata ufficialmente all’inizio del prossimo anno scolastico.

Molte le polemiche contro questo provvedimento

Primi fra tutti i sindacati dei professori, in particolare scrive Pino Turi, segretario generale della Uil scuola:

“Dal mio punto di vista la scuola non è un servizio assistenziale e sociale ma una funzione dello Stato molto precisa che attiene alla formazione degli studenti. La scuola forma i bambini, non li assiste”.

Il problema sull’effettiva messa in atto del piano fa porre domande anche ai genitori….

“Non vogliamo che le scuole diventino un parcheggio”, spiega Rosaria Danna, presidente dell’Age, associazione italiana genitori.

Secondo Angela Nava Mabretti, presidente del Coordinamento Genitori Democratici il timore e anche altro : “Se le scuole restano aperte e a farsene carico sono le associazioni in convenzione come già avviene in molti casi, il rischio è che tutto questo ci porti in una giungla. È necessario che si stabiliscano delle regole su chi e come può occuparsi degli studenti. Ci devono essere linee guida chiare per evitare che si creino spiacevoli incidenti”.

Via