India: nel 2030 le uniche automobili vendute saranno elettriche

Guardando tutte quelle auto che riempono le strade e che inquinano in quanto bruciano benzina, o diesel, l’idea di rendere il tutto ecologico, con zero emissioni, può sembrare un sogno distante. Tuttavia, in India, i leader hanno deciso che tutto questo sarà possibile e anche in tempi ristretti. Se tutto va secondo i piani, ogni nuova vettura acquistata dal 2030 in poi sarà esclusivamente elettrica. Per un paese con la seconda popolazione mondiale più grande, questo potrebbe avere un enorme impatto sul resto del mondo.

In India, le auto elettriche sono ancora poche

Le automobili elettriche, oggi, in India sono piuttosto rare: alla fine del 2015, in un paese con una popolazione stimata di 1,26 miliardi di abitanti, c’erano 6.000 auto elettriche. Il segretario del trasporto stradale e delle autostrade Nitin Gadkari sta guidando la squadra di funzionari incaricati di individuare i vantaggi del passaggio al trasporto elettrico. L’obiettivo, non riguarda le auto comprate in precedenza. Infatti dal 2030 saranno solo quelle vendute che saranno elettriche, mentre chi già possiede un’auto a benzina o diesel, continuerà ad usarla. La loro speranza è quella di eliminare la vendita di autovetture con motore a combustione.

Anche se si potrebbe supporre che la motivazione di tale decisione sia di frenare le alterazioni climatiche, le ragioni sono in realtà molto più locali e immediate. Riguarda l’economia: si prevede di ridurre i costi di importazione di carburanti, dato che l’India è la terza nazione con maggiori spese di importazione di petrolio dietro gli USA e la Cina. Dovrebbe anche far sì che le auto siano più accessibili sia allo Stato che ai suoi cittadini. Ma ciò che più sorprende è che 1,2 milioni di indiani muoiono ogni anno dalle complicazioni causate dall’inquinamento atmosferico, secondo Greenpeace. Sebbene il piano non elimini questo problema, certamente contribuirà a ridurre le emissioni nocive delle autovetture.

Come funziona il piano

I consumatori avranno la possibilità di ricevere un veicolo elettrico senza alcun pagamento anticipato e pagare poco a poco. Questo è simile al modo in cui il governo indiano ha incoraggiato l’adozione di lampadine a LED.  L’idea è che incoraggiando un mercato di sostituzione, i veicoli elettrici saranno molto più diffusi e accessibili di quanto non siano oggi.

Grazie a questa incentivazione, e a prezzi molto bassi, la popolazione dovrebbe convertirsi senza problemi alle auto elettriche.

Fonte