Intelligenza artificiale

Continua lo sviluppo dell’Intelligenza Artificiale in Sardegna

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

L’Intelligenza Artificiale in Sardegna continua a fare grandi passi avanti. L’olandese Philips e l’Università di Cagliari hanno stretto un accordo per la gestione di un budget di 2 mln di euro che rientra nel progetto PhilHumans. Tale progetto unisce otto giovani dottorandi che hanno  lanciato a Eindhoven questa Innovative training network Marie Curie (Itn). L’ateneo gestirà direttamente il budget di un dottorando in informatica e “ingloberà” anche il dottorando di economia.

Il tutto si svilupperà in modo rafforzato con il Crea UniCa (Centro servizi d’ateneo per imprese e imprenditorialità). Il compito principale del  dottorando sarà quello di piazzare sul mercato le varie tecnologie che verranno sviluppate all’interno del progetto. Mentre gli altri restanti dottorandi si dovranno occupare di informatica e, in particolar modo, di tecnologie di Intelligenza Artificiale.

[adrotate banner=”37″]

2 mln di euro per l’Intelligenza Artificiale in Sardegna

Continua la crescita dell’Intelligenza Artificiale in Sardegna. A Eindhoven, in una riunione tenutasi nei giorni scorsi, ha preso avvio la presentazione di “PhilHumans”. All’evento hanno preso parte i ricercatori del dipartimento di Matematica e Informatica dell’Ateneo cagliaritano, Diego Reforgiato Recupero e Daniele Riboni, che seguiranno in tutti gli step, lo sviluppo “sardo” dell’iniziativa. I ricercatori si sono così espressi al riguardo: “I dottorandi trascorreranno metà del tempo di ricerca in laboratori esterni all’università che frequentano. L’idea progettuale prevede che si occupino di tecnologie informatiche di Intelligenza Artificiale su temi di natural language processing, semantic web, sentiment analysis, cognitive computation e computer vision”.

Diego Reforgiato, come riportato dall’Ansa, ha aggiunto: “l robot nasce per interagire a gesti e verbalmente con le persone che vogliono raggiungere un goal nel dominio della salute: dal perdere peso a dormire meglio e mangiare più sano. Ovvero, comprendere, interloquire e analizzare gli esseri umani, dal parlato a espressioni facciali e gesti. Queste sono tutte fasi utili per capire stato emotivo ed eventuali problemi psicologici così da poter supportare i medici”.

Leggi altre notizie di tecnologia sul sito.

Autore dell'articolo: Annamaria Sabiu