Inter cade a SanSiro contro PSV Spalletti commenta: "Non Siamo Riusciti a mantenere la tranquillità necessaria dopo il gol"

Inter cade a SanSiro contro PSV Spalletti commenta: “Non Siamo Riusciti a mantenere la tranquillità necessaria dopo il gol”

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Il capitano dell’Inter ci ha dimostrato che nel bene o nel male lui c’e sempre,  anche quando la squadra non gira come dovrebbe. Di palle al capitano neroazzuro sono arrivate ben poche eppure quelle poche,  le insacca, la terza consecutiva in tre partite in casa; cinico il migliore dei suoi da buon capitano non molla mai.

 

Le parole di Mauro Icardi nel post partita:

“Sicuramente volevamo passare il turno, Barcellona e Tottenham hanno pareggiato e noi dovevamo vincere. Peccato che non siamo riusciti a fare piú di un gol.

Secondo me meritavamo qualcosa in piú, di passare il turno, avendo dimostrato di poter giocare con tutti”

Cosa é mancato all’Inter?

All’Inter  in queste ultime partite non solo in Champions League é mancata qualità al centrocampo, un giocatore che desse una mano e collaborasse con in Icardi vista l’assenza del croato  Ivan perisic mai al 100% percento da questo inizio di stagione. Il pareggio sia a SanSiro che  a Barcellona, hanno costretto  i tifosi nerazzuri a vivere un inaspettata eliminazione dalla Champions League,  contro una squadra che sul tabellino si presentava con solo 1pt nel girone ormai fuori dai giochi.

Il risultato di Barcellona: fa disperare i tifosi e Wanda Nara che si aspettavano proseliti migliori. Il gol di Moura negli ultimi scorci di gara al Camp Nou, ha fatto versare lacrime amare  anche alla moglie di Mauro Icardi.

Il tecnico toscano ai microfoni di SkySport commenta:

Luciano Spalletti al termine della gara – “C’è dispiacere e amarezza per il risultato, fa male a tutti noi, fa male ai nostri tifosi . Non siamo riusciti a mantenere la tranquillità necessaria dopo il gol. Ci siamo innervositi e abbiamo perso qualche palla di troppo, creando disordine a livello tattico e sprecando energie nel rincorrere gli avversari sulle ripartenze. Non è stata una gestione corretta della partita”.

“Si è creata una situazione di disagio dopo lo svantaggio e la partita è diventata frenetica. Ci siamo complicati la vita con distrazioni e leggerezze, abbiamo fatto meno di quello che potevamo ma la reazione finale avrebbe meritato di più perché ci siamo creati un paio di occasioni nitide per vincere. Ci è mancata maturità nel gestire la palla in un certo modo”.

 

 

Autore dell'articolo: Cesare Di Simone

Passione sfrenata per tutto ciò che è tecnologico utente di lungo corso Android e sostenitore di tutto ciò che è open-source e collateralmente amante del mondo Linux. Amante della formula uno e appassionato dell'occulto. Sono appassionato di oroscopo mi piace andare a vedere cosa dicono le stelle quotidianamente.