invecchiamento pilotato grazie a cellule più longeve

Invecchiamento pilotato grazie a cellule più longeve

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Un recente studio effettuato in California si è basato sull’invecchiamento pilotato grazie a cellule più longeve. Questo potrebbe rappresentare l’inizio di innovative terapie anti-aging.

Invecchiamento pilotato grazie a cellule più longeve: ecco in che modo

Ancora una volta, l’Università della California di San Diego è protagonista in una nuova ricerca. In questo caso, è stato studiato l’invecchiamento delle cellule e loro longevità. A quanto pare, pilotando le cellule, potrebbe essere possibile allungare la loro stessa vita. Questo è quanto emerso dalle ricerche effettuate all’università statunitense. Dunque, le nuove ricerche potrebbero rappresentare una svolta molto importante per le terapie anti-invecchiamento.

Il team di scienziati è stato guidato da Nan Hao, biologo. Ebbene, i ricercatori – dopo gli studi effettuati – hanno notato che l’invecchiamento delle cellule è determinato da alcuni fattori sin ora “sconosciuti”. Infatti, sembrerebbe che la vita di una cellula sia determinata solamente dalla sua “salute”. Bensì incide un altro fattore. Sembrerebbe che siano le stesse cellule a decidere quando invecchiare. A riguardo, il biologo Hao ha affermato quanto segue:

“Per capire come le cellule prendono questa decisione abbiamo identificato i processi molecolari che sottendono ciascun percorso dell’invecchiamento e le connessioni che li uniscono. Abbiamo così rivelato un circuito molecolare simile ai circuiti elettrici che controllano gli elettrodomestici nelle nostre case”.

Ebbene, con l’ausilio di alcune simulazioni effettuate con l’utilizzo di computer, gli scienziati sono arrivati ad una conclusione molto importante. A quanto pare, grazie alla modifica di un gene la cellula può decidere di allungare ulteriormente la sua vita. Dunque, così facendo, la cellula diventa più longeva. Ovviamente, per il momento si tratta solo di esperimenti effettuati in laboratorio. La vera sfida sarà quella di avere gli stessi risultati sull’uomo. Si tratta di una scoperta molto significativa poiché si potrebbe ancora incontro ad aspettative di vita più lunga, soprattutto per alcuni individui.

Fonte foto: pixabay

Leggi anche Nuova terapia contro l’infertilità maschile

Autore dell'articolo: Emanuela Acri

Grafica pubblicitaria, ha svolto gli studi all'Accademia di Belle Arti di Catanzaro e quella di Lecce, concludendo il percorso con il massimo dei voti. Appassionata di film horror e serie TV, collabora con alcuni siti online nella realizzazione di articoli di diversi argomenti,