La rivincita delle utilitarie

La rivincita delle utilitarie

intopic.it feedelissimo.com    
 

Sapevi che le utilitarie, o City-car come va di moda chiamarle adesso, sono le auto più vendute in Italia e, soprattutto, le più apprezzate?

I motivi sono tanti, a cominciare dalla versatilità dei modelli e la grande varietà di possibilità a disposizione.

Le linee accattivanti e l’innovazione tecnologica che ormai consente di avere tutti gli optional e i comfort anche alle auto più piccole fanno il resto.

Questo trend, insieme alla grande crescita del mercato automobilistico nell’ambito soprattutto dell’usato, rende questo segmento di mercato particolarmente florido. Nelle righe che seguono cercheremo di capire meglio perché le utilitarie sono le auto preferite dagli italiani nel 2020.

 

Consumi ridotti e vantaggi economici

Un’utilitaria è una vettura concepita per essere utilizzata con estrema frequenza, motivo per cui – pur non avendo particolari tecnologie aggiuntive – sono estremamente sicure. Il tragitto medio di un’utilitaria è piuttosto breve, e per questa ragione la sua meccanica è studiata per ridurre al minimo le emissioni e l’impatto ambientale, a beneficio di consumi ridotti e quindi di spese fisse inferiori per il carburante.

Una delle auto migliori in questo senso, rimanendo in tema di vetture di seconda mano, è una Fiat Panda usata. La Panda è tra l’altro l’utilitaria più acquistata degli ultimi anni proprio per queste caratteristiche e per il fatto di essere adatta anche a lunghe percorrenze.

(Photo by Guido De Bortoli/Getty Images for FCA)

 

Pratica e agile allo stesso tempo

Se si sceglie un’utilitaria è probabile che lo si fa anche perché si ha a che fare quotidianamente con il traffico urbano. In questo senso un’utilitaria è certamente l’auto migliore poiché vanta dimensioni mediamente contenute che le consentono di essere parcheggiata facilmente (si pensi per esempio ai percorsi per “commissioni”, che prevedono numerosi stop con relativo parcheggio). Inoltre le city-car sono scattanti e consentono di gestirsi nel traffico cittadino con molta più facilità rispetto a una vettura di grandi dimensioni, sempre in totale sicurezza dal momento che le auto di questo segmento sono famose per gli elevati standard di tutela del guidatore e dei passeggeri.

Scegliere un’utilitaria vuol dire votarsi alla praticità quindi, pur non rinunciando al comfort. Non ingannino le dimensioni esterne: grazie al progresso scientifico e alla continua ricerca dell’ottimizzazione degli spazi nelle vetture, oggi anche le cities più piccole vantano abitacoli ampi nei quali poter sedere comodamente anche per tragitti medio-lunghi.
Questo vantaggio si sviluppa anche in termini di spazio per gli oggetti, grazie ai vani porta-bagagli di nuova generazione ormai abbondantemente capienti anche nelle vetture più piccole, in modo da rendere le utilitarie le macchine perfette anche per piacevoli gite fuori porta o weekend fuori città.

 

Utilitarie: l’auto perfetta per chi ha appena preso la patente

Diciamoci la verità: la parola “neopatentato” suscita sempre un po’ di agitazione. Ci si figura tipicamente il guidatore inesperto in balia del traffico e poco capace di padroneggiare il mezzo di locomozione. È normale, si tratta di una fase tipica che coinvolge chiunque abbia preso la patente da poco.

Nonostante sia facilmente superabile, è importante accompagnare questa fase con una vettura adeguata. L’utilitaria è la macchina perfetta per i neopatentati perché ha una cilindrata limitata e semplice da guidare. L’ideale per fare pratica su strada.

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 

Autore dell'articolo: Cesare Di Simone

Avatar
Passione sfrenata per tutto ciò che è tecnologico utente di lungo corso Android e sostenitore di tutto ciò che è open-source e collateralmente amante del mondo Linux. Amante della formula uno e appassionato dell'occulto. Sono appassionato di oroscopo mi piace andare a vedere cosa dicono le stelle quotidianamente.