Pozzecco parla della quarantena

Pozzecco parla della quarantena in casa

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Pozzecco parla della quarantena che sta affrontando in virtù dell’emergenza sanitaria Covid-19. Il mondo, compreso quello dello sport, si è fermato per combattere un nemico invisibile, il virus che ha costretto tutti alla reclusione in casa e al rispetto rigoroso delle regole,. L’obiettivo? Cercare di limitare il propagarsi del virus per tornare quanto prima alla normalità. Sull’argomento si è espresso proprio il coach della Dinamo Sassari. Intervistato dall’Unione Sarda, ha affermato: “Restare a casa è come la difesa. Cosa voglio dire? Costa fatica, ma alla fine pagherà, ti da un vantaggio in partita. La difesa la fai anche se il tuo compagno poco prima non ti ha passato il pallone. Stare a casa ci da un vantaggio contro il Coronavirus.  Ognuno di noi può scendere in campo in senso figurato, dando una mano per vincere, andando oltre gli errori fatti da questo o quello, e ragionando come una squadra”.

 

Pozzecco parla della quarantena e della possibile ripresa del campionato

Al momento il mondo dello sport è sospeso a data da rinviare. I campionati di basket come quelli di calcio e di altri sport sono tutti fermi. Regna l’incognita su quando si potrà ripartire. Sicuramente non sarà nei prossimi giorno. Questo coach Pozzecco lo sa. Sempre all’Unione Sarda infatti, ha affrontato questa tematica, sottolineando come ad oggi la ripresa del campionato è pura utopia. “Ad oggi è un’utopia, non mi sembra proprio possibile. Se fossimo in un unico campus, tutti in una struttura chiusa, con il palazzetto a due passi dall’appartamento, allora sarebbe diverso. Con le condizioni attuali, però, non si può entrare ed uscire, dato che il rischio è ancora molto elevato. I ragazzi smaniano di giocare, ma sono costretti ad allenarsi da soli, ognuno a casa propria”. Non resta che attendere lo scorrere del tempo per capire come si evolverà l’emergenza e quando si potrà ritornare alla normalità.

 

 

Fonte foto: https://www.facebook.com/dinamosassariofficial/

Autore dell'articolo: Annamaria Sabiu