Esopianeta HIP 67522 b

L’esopianeta HIP 67522 b, il gioviano caldo più giovane

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Quello della scoperta di nuovi esopianeti è un settore scientifico ormai inarrestabile. Ciò che fino a qualche decennio fa era solo una speculazione scientifica (talvolta anche derisa), ormai è una realtà oggettiva. Ovvero la realtà dell’esistenza di pianeti al di fuori del nostro sistema solare, chiamati appunto esopianeti. Pianeti con le più svariate ed insolite caratteristiche, ed anche pianeti con caratteristiche idonee ad ospitare forme di vita aliene. In questo articolo vogliamo parlarvi del nuovo esopianeta HIP 67522 b, il gioviano caldo più giovane finora conosciuto.

Cosa è un gioviano caldo, la tipologia del nuovo esopianeta HIP 67522 b

Come deducibile dal nome, un gioviano caldo si rifà al pianeta Giove del nostro sistema solare. Giove è caratterizzato da una costituzione prevalentemente gassosa. Per questo motivo i pianeti gassosi vengono chiamati anche gioviani. Ma perché gioviano caldo?

Normalmente i pianeti gioviani sono freddi (anche se al loro interno e sulla loro superficie solida, per via dell’elevata pressione dei gas atmosferici, la temperatura è molto elevata); ma esistono anche gioviani caldi. Questo perché un determinato tipo di pianeti gassosi sono così vicini alla propria stella tale da provocare temperature infernali. E proprio per questo motivo sono definiti come gioviani caldi.

Perché si forma un gioviano caldo?

Al momento una risposta adeguata non può essere data, ma è probabile che si formino in zone più “lontane e fredde” di un sistema planetario e col tempo si avvicinano alla propria stella. Il meccanismo che permette ciò non è al momento noto.

Alcuni pensano che un gioviano caldo si formi direttamente nella zona vicina ad una stella (ma è una teoria azzardata perché nei pressi di una stella i gas di un pianeta sono più “rarefatti” e sicuramente non in grado, seppur presenti in grandi quantità, di formare un pianeta gassoso completo; infatti proprio per questo motivo i pianeti più vicini ad una stella sono prevalentemente rocciosi, chiamati anche pianeti terrestri). Altri ancora pensano che siano stati altri pianeti ad aver “spinto gravitazionalmente” un gioviano nei pressi di una stella.

Al momento non si sa con esattezza, secondo gli astrofisici che un gioviano caldo si formi inizialmente in zone lontane dalla propria stella e la combinazione dell’orbita dello stesso pianeta gassoso e dell’influenza gravitazionale di altri pianeti permette poi di dare origine ad un gioviano caldo. Ovviamente ciò è solo un’ipotesi, ma la scoperta del nuovo esopianeta HIP 67522 b della tipologia dei gioviani caldi può far capire di più su questa tipologia di pianeti.

Le caratteristiche dell’esopianeta HIP 67522 b

Questo nuovo esopianeta chiamato HIP 67522 b è stato scoperto di recente utilizzando il telescopio spaziale TESS. Il pianeta in questione dista circa 490 anni luce dalla Terra ed è il più giovane pianeta di questo genere ad essere conosciuto. Infatti la stella attorno cui questo esopianeta orbita ha “solo” 17 milioni di anni. In termini astronomici questa stella, in confronto al nostro Sole che ha ben 5 miliardi di anni circa, è un neonato. E ad essere giovane è anche lo stesso esopianeta HIP 67522 b. Quest’ultimo ha un diametro 10 volte maggiore rispetto a quello terrestre ed è costituito prevalentemente da gas, con un probabile piccolo nucleo roccioso. Di HIP 67522 b si conosce ancora poco, ma ulteriori studi possono permettere di conoscere di più su di esso. Inoltra data la sua “giovinezza”, può far comprendere nuove cose sui misteriosi meccanismi che regolano i gioviani caldi.

Conclusioni

In conclusione bisogna dire che gli esopianeti sono una miniera d’oro di informazioni e misteri sulle leggi che regolano l’esistenza del cosmo. I gioviani caldi possono essere degli indicatori eccezionali per capire i movimenti, le orbite e i meccanismi degli esopianeti; e potremmo capirli grazie proprio all’esopianeta HIP 67522 b. E i loro misteri, insieme ai misteri della vita extraterrestre e ai misteri del funzionamento dello spazio, rendono l’universo ancor più spettacolare. Non ci resta quindi che continuare a studiare e a capire quanto più possibile. Chissà quante altre meraviglie sconosciute esistono là fuori nello spazio immenso.

 

Fonte immagine: SLASH GEAR

Ti potrebbe interessare leggere questo nostro articolo:

Per favore supportaci e metti mi piace!!

Autore dell'articolo: Gioacchino Savarese

Avatar
Gioacchino Savarese nasce il 26 maggio 1995 a Nocera Inferiore. Fin da subito è appassionato di misteri, scrittura e scienza. Le sue passioni e i suoi sogni si sono materializzati il 16 maggio 2015 con la creazione del Blog intitolato "I Misteri Del Mondo e Dell'Universo", inoltre ha un canale You Tube (adesso chiamato Specialid) e una Pagina Facebook omonimi. Inoltre ha pubblicato un libro il 19 luglio 2017 intitolato "I MISTERI DELLA VITA NELL'UNIVERSO". Il 27 giugno 2019 ha pubblicato il suo secondo libro: DIARIO DI UN SOLDATO. Il 30 ottobre 2019 ha creato il suo nuovo blog, chiamato Specialid, anche la sua pagina Instagram si chiama Specialid. Continua tuttora la sua ricerca nel mistero, nelle sue attività e a scrivere.